FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

A caccia di draghi su tablet e smartphone con Harry Potter: Wizards Unite

Lʼevento, tenutosi pochi giorni fa a Indianapolis, è finalmente disponibile anche sul suolo italiano. Ecco come funziona

A caccia di draghi su tablet e smartphone con Harry Potter: Wizards Unite

Se siete stati avidi lettori delle avventure di Harry Potter ricorderete certamente Norberto, il drago che Hagrid avrebbe voluto adottare ed è stato uno dei primi guai per Harry, Ron ed Hermione. Ora il trio di maghi più famoso del mondo magico è cresciuto e ha bisogno del vostro aiuto per arrestare l'improvvisa comparsa dei draghi in Harry Potter: Wizards Unite.

Per l'occasione siamo volati a Indianapolis durante il Fan Festival e abbiamo affrontato muso a muso queste terrificanti bestie. L'evento, della durata di due giorni, si è svolto in più fasi ed è stato il primo di quelli che si prospettano essere molti in futuro.

Migliaia di persone hanno camminato per ore nel White River State Park, allestito a tema, cercando le tracce, scambiandosi informazioni e riunendosi in piccoli gruppi per superare alcune battaglie. Ad aiutarli, in uno spiazzo del parco era stato posto un "rilevaminacce" esattamente come quello nel gioco, che durante l'intera giornata indicava ai giocatori quanto la zona fosse diventata pericolosa e dunque cosa aspettarsi dai vari incontri.

Diventare cacciatori di draghi però non è un compito per tutti e Charlie Weasley ha prima richiesto di metterci alla prova con una serie di incarichi simili a quelli che giornalmente affrontiamo nel gioco: proteggere il mondo magico dai Soqquadri. Soltanto dopo aver completato quegli incarichi e protetto, in un certo senso, i quattro fondatori delle Case di Hogwarts avremo dimostrato coraggio, intelligenza e astuzia sufficienti a passare alle successive fasi, quelle dove i draghi diventano una faccenda seria.

L'evento prevedeva sia di raccoglierne le uova, in modo da completare lo schedario, sia di affrontare il Petardo Cinese, il Gallese Verde, il Vipero Peruviano e l'Opaleye degli Antipodi, che sarebbero apparsi solo in determinate zone e a specifiche condizioni.

Se avete in mente le meccaniche di gioco dell'altrettanto famoso gioco mobile Pokémon GO, sviluppato a sua volta da Niantic, allora sapete che i Pokémon regionali sono una merce rara e molto ricercata dai giocatori (motivo per cui l'evento era affollatissimo, bambini, adulti e persino anziani hanno partecipato attivamente): gli sviluppatori hanno voluto seguire il medesimo concetto in Harry Potter: Wizards Unite introducendo i draghi suddivisi per regione, una decisione sensata considerando che nel "Potterverse" - l'universo espanso di Harry Potter - i draghi hanno una loro provenienza d'origine.

Nel corso dell'evento, i draghi sono comparsi soltanto come incontri casuali camminando per il parco ma non è escluso che possano fare il loro debutto anche nelle Fortezze in futuro. I draghi sono stati distribuiti nelle seguenti regioni: il Petardo Cinese in tutta l'Asia e l'India, il Gallese Verde in Europa e in Africa, il Vipero Peruviano nelle Americhe e in Groenlandia mentre l'Occhiodopale degli Antipodi in Oceania.

Se siete dei maghi in incognito che ancora si aggirano in mezzo ai Babbani, preparate le vostre bacchette: i draghi stanno ormai volando in tutto il mondo e sarà compito vostro riportarli a più miti consigli.

Harry Potter: Wizards Unite è un videogioco gratuito ma con acquisti in-app per iOS e Android disponibile sui negozi online di riferimento, sviluppato seguendo il già collaudato sistema di Pokémon GO: dovete camminare e interagire con i punti di interesse sparsi sulla mappa per affrontare i disordini che stanno mettendo a Soqquadro il mondo magico, raccogliere ingredienti così da preparare pozioni, riposare nelle locande, studiare per incrementare sempre più il vostro potenziale magico e tanto altro ancora.

Nonostante siano passati anni dalla conclusione della saga sia letteraria sia cinematografica, Harry Potter non smette di affascinare i fan di tutte le età, adulti e bambini, con la sua magia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali