FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Uomo, a tutto denim: il linguaggio universale dei jeans

Le numerose varianti rendono i capi declinabili a seconda degli stili più in voga nel momento

Versatile e funzionale, casual e comodo, facile da abbinare, da sempre un’ancora di salvezza. Il jeans parla un linguaggio universale, non conosce confini, può tutt’al più adattarsi al ciclo delle stagioni. Potremmo azzardare che sia il capo più democratico nella storia della Moda: piace a tutti, mette d’accordo tutti ed è praticamente impossibile trovare un guardaroba che ne risulti sfornito. Perciò il denim non può restare fuori dai trend stagionali e sulle passerelle maschili gode di grande considerazione…

Uomo, a tutto denim: il linguaggio universale dei jeans


SEMPRE AL PASSO - La nascita del jeans ‘moderno’ viene fatta risalire alla metà del 1800. Skinny, oversize, a zampa, cropped, strappati… Le numerose varianti lo rendono un capo declinabile a seconda degli stili più in voga nel momento. I pantaloni (ma anche le giacche e le camicie) in denim sanno evolversi ed essere al passo con i tempi, senza mai uscirne snaturati. Si portano con i mocassini, le sneaker, gli stivali, i sandali. Nel più tradizionale blu o più scuro, chiari o decolorati, in varie nuance e di diversi tagli: prima dell’acquisto – va suggerito – è sempre indispensabile provarli.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali