FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Gioielli personalizzabili e per tutti: un grande successo italiano

Festa grande per i primi vent'anni di Marlù, brand italiano fondato dalle tre sorelle Fabbri e in costante crescita. La loro visione, i valori

Ufficio stampa

Non più status symbol ma segni degli affetti più cari.

Personalizzabili e resi unici direttamente da ogni cliente e alla portata economica di tutti. Sono le idee innovative alla base del successo di un marchio italiano di gioielli sempre più apprezzato nel mondo, fondato vent’anni fa da tre donne, tre sorelle tenaci con lo sguardo rivolto al futuro e che hanno saputo metterci il cuore: Morena, Monica e Marta Fabbri.


Oggi Marlù, il loro brand, festeggia i suoi primi vent'anni in costante crescita a livello imprenditoriale, commerciale e occupazionale. Il marchio "del gioiello per tutti" è nato a San Marino nel 2001. Nel 2014, l'apertura del primo store monomarca italiano, a Riccione, la città già protagonista di tante iniziative del marchio, scelta di nuovo per festeggiare questo compleanno speciale, insieme ai quasi 200 collaboratori del gruppo e a tanti ospiti. Per l'occasione, è stata infatti organizzata un'intera giornata di eventi all’insegna della storia del marchio, dei suoi valori e delle sue collezioni, che hanno fatto da filo conduttore a tutte le attività in programma: incontri e masterclass, sfide di canto e ballo e laboratori tenuti da professionisti e volti noti della tv. Fino alla cena di gala: a tavola le ricette di uno chef stellato accompagnate e seguite dagli show di personaggi del mondo dello spettacolo e da un dj set. Il tutto, nelle location più note e prestigiose della “Perla Verde” della Romagna, “il luogo per noi dove nascono e si creano tendenze”, hanno spiegato Morena, Monica e Marta Fabbri.
 

Le idee innovative delle tre sorelle Fabbri sono da sempre la chiave del successo di Marlù: “Oggi, continuando a pensare al futuro – hanno sottolineato –, ci siamo accorte di aver fatto la storia”. La prima intuizione riguarda il cambiamento nella logica e nel concetto stesso di gioiello: non più status symbol prezioso ma segno di valori affettivi. Le linee e le collezioni vengono rinnovate più volte nell'arco dell'anno e gli oltre tremila modelli tra bracciali, orecchini, collane, charms sono rivolti trasversalmente a lui e lei e a ogni fascia d’età. La seconda, è quella di offrire gioielli alla portata economica di ogni cliente. Molto importante è anche la scelta di voler mantenere l’esperienza fisica di acquisto in negozio, integrandola con le nuove tecnologie. In ogni store, infatti, è a disposizione del cliente un iPad che presenta tutte le collezioni del brand. In questo modo è possibile creare direttamente, e visualizzare in anteprima, il proprio gioiello che, unico e personalizzato, può essere ritirato nello stesso store. 
 

Oggi i negozi Marlù sono 44 in tutta Italia, a cui si aggiungono quello a San Marino, lo store che verrà aperto nel mese di dicembre a Napoli e la prima new opening internazionale di questa primavera nel cuore di Budapest. A completare la diffusione del brand contribuiscono anche i 260 spazi dedicati e gli oltre 1500 corner in punti vendita multimarca e nelle gioiellerie.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali