FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Charles Leclerc, non solo Formula 1: perché piace tanto anche alla moda

Nonostante il calendario delle gare sia fermo per la pandemia, il 22enne pilota monegasco è un astro in ascesa

Charles Leclerc, non solo Formula 1: perché piace tanto anche alla moda

Ayrton Senna ha fatto da testimonial per orologi, bici, auto. Niky Lauda aveva il suo cappellino come cifra stilistica, anche con gli sponsor. Lewis Hamilton ha invece firmato delle collezioni per Tommy Hilfiger. Charles Leclerc ha provato a fare di più, lanciando proprio un suo marchio, tempo fa. L’impresa non è decollata, troppo difficoltosa. Ma la freschezza e la fisicità “scattante” di questo 22enne pilota monegasco di Formula1, astro in ascesa della Ferrari, non potevano certo passare inosservate…
 

UN MODELLO PER IL MADE IN ITALY - Giorgio Armani ha infatti annunciato che Charles Leclerc è il nuovo volto della campagna Made to Measure per la primavera-estate 2020, dedicata all’eleganza maschile senza tempo. A realizzare gli scatti in bianco e nero è stato John Balsom prima della pandemia, a Saint-Tropez, in Costa Azzurra, luogo molto amato dallo stilista. Così, nonostante il calendario delle gare sia fermo, le quotazioni del pilota hanno spiccato il volo, complici anche i social (tre milioni di followers su Instagram), su cui è popolarissimo

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali