FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Disboscamento illegale, una piaga per la Terra: abbattuti 13 milioni di alberi allʼanno

Il cosiddetto "illegal logging" coinvolge oltre 70 Paesi e dà vita un business di centinaia di milioni di dollari: allarme per antura e biodiversità

Disboscamento illegale, una piaga per la Terra: abbattuti 13 milioni di alberi all'anno

Un business da centinaia e centinaia di milioni di dollari che causa l'abbattimento illegale di 13 milioni di alberi all'anno in oltre 70 Paesi. E' il fenomeno del cosiddetto illegal logging ("disboscamento illegale"), una grave emergenza ambientale provocata dalla crescente domanda di carta, carne, soia, olio di palma e legname. Le conseguenze per il pianeta sono disastrose: siccità, frane, inondazioni e ridotta capacità di assorbimento di CO2.

Disboscamento illegale, una piaga per la Terra: abbattuti 13 milioni di alberi all'anno

A dipingere questo scenario allarmante è stato il Corpo forestale dello Stato in occasione di un seminario tenutosi mercoledì a Roma sulle strategie investigative di controllo dell'abbattimento illegale di alberi. Da tempo sono molte organizzazioni come Greenpeace che hanno denunciato le sofisticate tecniche di frode utilizzate dai contrabbandieri di legname, che ricorrono sia alla corruzione di pubblici funzionari e sia alla falsificazione delle autorizzazioni di taglio che gli consentono di esportare, dalle aree di origine sino ai porti europei, tonnellate di legname illegale.

La deforestazione e la conversione delle foreste in pascoli e piantagioni non rappresentano un pericolo soltanto per la salute degli ecosistemi e per la biodiversità. Le ripercussioni delle pratiche illegali di disboscamento gravano anche sulle spalle dell'uomo e delle sue attività. Le "vittime" principali sono le comunità che vivono vicino ai confini delle foreste e hanno maggiore necessità delle risorse che da esse derivano, come nel caso degli aborigeni dell'Amazzonia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali