FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Recovery Fund, ora si fa sul serio: via al comitato interministeriale, definite le linee guida

Tempi stretti per mettere a punto il piano da presentare a Bruxelles

E' cominciata a Palazzo Chigi la riunione del Comitato Interministeriale per gli Affari europei presieduto dal premier Giuseppe Conte. Sul tavolo c'è la bozza delle "Linee guida per la definizione del Piano nazionale di ripresa e resilienza": 28 slide in  trenta pagine per definire gli obiettivi che l'Italia vuole raggiungere con i 209 miliardi del Next Generation Eu, meglio conosciuto come Recovery Fund.  

Ecco i "cluster" di intervento previsti: digitalizzazione e innovazione; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per la mobilità; istruzione e formazione; equità, inclusione sociale e territoriale; salute.

 

Recovery Fund, i fondi per lʼItalia

 

In parallelo a questi filoni si agirà sulle tasse, con una riduzione del cuneo fiscale per dare più consistenza ai salari. I tempi sono però serrati. Bruxelles attende la bozza del piano nazionale di rilancio entro il 15 ottobre. Altri Paesi, come la Francia, hanno già svelato nel dettaglio come investiranno i soldi dell'Europa.
 


Grazie alle risorse del Recovery Fund, 209 miliardi in aiuti e prestiti spalmati in tre anni, il governo punta a far ripartire l'economia. Tra gli obiettivi: raddoppiare il tasso di crescita, portandolo all'1,6% in linea con i valori Ue e aumentare il tasso di occupazione del 10% per arrivare al 73,2% della media europea.

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali