FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Il testamento di Del Vecchio: "cassaforte di famiglia" ripartita in otto parti uguali | Nessuna indicazione sul successore

Sono state rese note le ultime volontà del fondatore di Luxottica, morto lo scorso 27 giugno. La Delfin verrà divisa equamente al 12,5% tra moglie e figli, con l'entrata del nuovo socio Rocco Basilico

leonardo del vecchio
IPA

Assetto societario ripartito in parti uguali tra moglie e figli, nessuna indicazione sul successore e l'ingresso di un nuovo socio.

Sono queste le principali disposizioni emerse dal testamento di

Leonardo Del Vecchio

, il fondatore di Luxottica morto lo scorso 27 giugno. La Delfin, cassaforte di famiglia, sarà divisa equamente tra la consorte Nicoletta Zampillo e i figli, ciascuno titolari del 12,5%. Stessa percentuale per Rocco Basilico, nato dal matrimonio di Zampillo con il banchiere Paolo Basilico.


La ripartizione

- A quanto ci si aspettava, la vedova avrebbe dovuto essere titolare del 25%. Al contrario, la sua quota è stata ripartita in egual misura con Rocco Basilico. Gli altri soci al 12,5% sono Claudio Del Vecchio, Marisa Del Vecchio, Paola Del Vecchio, Leonardo Maria Del Vecchio, Luca Del Vecchio e Clemente Del Vecchio.



 


Il posto vacante

- Come detto, Del Vecchio non ha indicato chi dovrà prendere il suo posto da presidente di Delfin. Ora, a norma di statuto, sarà il Consiglio di Amministrazione a decidere. A breve è prevista una riunione per recepire il nuovo assetto azionario e per prendere atto dell'integrazione dell'organo amministrativo. La Delfin ha fatto sapere in una nota che "non sono state comunicate altre disposizioni testamentarie con effetti sulla governance della società".


Morto Leonardo Del Vecchio: il patron di Luxottica aveva 87 anni


La governance

 - L'assetto di governance della Delfin è già stato previsto dal fondatore di Luxottica nelle norme statutarie della holding. Secondo il percorso tracciato, entrerà in Cda il primo del "gruppo degli osservatori", ossia i manager di fiducia a disposizione per incarichi al vertice. Come riporta Ansa, il nome al momento non è noto ma tutti gli indizi portano a Francesco Milleri, amministratore delegato di EssilorLuxottica che ha già preso il posto di Del Vecchio alla presidenza del gruppo di lenti e occhiali. Il board di Delfin poi potrà eleggere un presidente tra i propri membri.


Attualmente, nel

Consiglio di Amministrazione

della holding siedono l'amministratore delegato Romolo Bardin, il notaio Mario Notari, Aloyse May e Giovanni Giallombardo.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali