FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Google, la svolta: "Stop ai tracciamenti degli utenti per vendere la pubblicità"

Il colosso di Mountain View, in omaggio alle preoccupazioni per la privacy, ha confermato di volere ridimensionare la sua capacità di profilazione di chi naviga sul web a partire dal prossimo anno

Con un post sul suo blog, Google ha annunciato che interromperà la vendita di annunci pubblicitari in base alla navigazione degli utenti sul web. Dunque, dal prossimo anno, in omaggio alla crescenti preoccupazioni per la privacy, il più grande colosso di pubblicità digitale del mondo, ha confermato di volere stoppare il tracciamento delle persone che navigano su internet. Una svolta. 

"Mantenere Internet aperto e accessibile a tutti richiede a tutti noi di fare di più per proteggere la privacy - ha dichiarato David Temkin, Director of Product Management, Ads Privacy and Trust di Google -. E ciò significa porre fine non solo ai cookie di terze parti, ma anche a qualsiasi tecnologia utilizzata per tracciare le singole persone mentre navigano sul Web".

 

In pratica verrà rimosso da Chrome, il browser di Google, il supporto per i cookie di terze parti. Vuole dire rinunciare a quelle “tecnologie” che seguendo gli utenti nella loro navigazione web, consentono di avere un profilo molto più preciso di chi sta navigando per proporgli prodotti mirati. 

 

 

"Oggi - prosegue Temkin - vogliamo chiarire che una volta eliminati gradualmente i cookie di terze parti, non creeremo identificatori alternativi per monitorare le persone mentre navigano su Internet, nè li useremo nei nostri prodotti. Le persone non dovrebbero essere costrette ad accettare di essere tracciate mentre navigano online per poter ricevere pubblicità pertinenti. Così come gli inserzionisti non hanno bisogno di monitorare i singoli consumatori sul web per ottenere dei vantaggi in termini di prestazioni della pubblicità digitale".

 

"I progressi fatti in ambito di aggregazione - spiega ancora Temkin -  anonimizzazione, elaborazione sui dispositivi e altre tecnologie per la tutela della privacy offrono un percorso chiaro per la sostituzione degli identificatori individuali". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali