FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Di Maio e Salvini contro Banca dʼItalia e Consob: "Azzerare i vertici" | Il ministro del Lavoro: "Serve discontinuità"

A Vicenza lʼincontro con gli ex soci delle banche venete. Il leader M5s: "Lo Stato difende il risparmio, non le banche". Conte: "Stiamo approfondendo". Paragone presidente della Commissione dʼinchiesta

Di Maio e Salvini contro Banca d'Italia e Consob: "Azzerare i vertici" | Il ministro del Lavoro: "Serve discontinuità"

"Per Bankitalia serve discontinuità", "non possiamo pensare di confermare le stesse persone che sono state nel direttorio di Bankitalia, se pensiamo a tutto quel che è accaduto in questi anni". Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a Vicenza con Matteo Salvini per l'assemblea degli ex soci delle banche venete. "Banca d'Italia e Consob andrebbero azzerati, altro che cambiare una-due persone, azzerati", ha aggiunto il leader della Lega.

"Per i risarcimenti non serviranno cause" - "Siamo uno Stato sovrano che difende il risparmio, come dice la Costituzione e non difende le banche", ha ricordato Di Maio davanti ai truffati delle banche, annunciando che i risarcimenti ai soci della Banca Popolare di Vicenza "verranno erogati direttamente, senza che queste persone si debbano impegnare o spendere altri soldi in cause. Questa è la cosa importante. Nessun arbitrato, nessun contenzioso. Noi come governo erogheremo quei soldi".

Paragone presidente della Commissione d'inchiesta - Per Di Maio "Adesso è il momento di scrivere i decreti attuativi" per le vittime delle banche in default e nel prossimo mese "inizieranno gli indennizzi. Non me ne frega niente se l'Unione europea non è d'accordo" sui fondi per "i truffati delle banche". L'Europa "doveva controllare con la Bce e non l'ha fatto bene, adesso ci mettiamo i soldi". Il ministro del Lavoro ha quindi annunciato che "Gianluigi Paragone sarà presidente della Commissione d'inchiesta sulle banche. Li convochiamo tutti e li facciamo cantare, perché i conflitti interesse della banche hanno spolpato tutti".

Salvini: "Chi doveva controllare non l'ha fatto" - Matteo Salvini e Luigi Di Maio, al loro arrivo al convegno, si sono scambiati un caloroso abbraccio. "Venendo qua - ha detto Salvini - leggevo che c'è il governo che sta mettendo le mani su chi governa le banche. Stiamo facendo l'esatto contrario. Se noi siamo qua, se voi siete qua col conto corrente in rosso, è perché chi doveva controllare non ha controllato". E proprio sulle nomine dei vertici di Bankitalia è intervenuto anche il premier, Giuseppe Conte. "Stiamo approfondendo, siamo impegnati in approfondimenti", ha detto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali