FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Decretone, chi matura "Quota 100" potrà usarla anche dopo il 2021 | Reddito e pensioni di cittadinanza a un milione e 248mila unità

Sono invece 290mila i nuovi pensionamenti stimati per il 2019, che diventano 330mila se ai "quotisti" si aggiungono le uscite con "Opzione donna", Ape sociale e "canale-precoci"

Chi avrà maturato i requisiti di "Quota 100" nel triennio 2019-2021 potrà decidere di usufruirne anche al termine della sperimentazione. E’ una delle ultime novità pensionistiche del decretone varato una settimana fa e arrivato al suo format conclusivo, con tanto di relazione tecnica chiusa. Il testo è atteso al Colle. Sono 290mila i nuovi pensionamenti con "Quota 100" stimati per il 2019 che diventano 330mila se ai "quotisti" si aggiungono le uscite con "Opzione donna", Ape sociale e "canale-precoci". La relazione tecnica del decreto chiarisce anche i numeri definitivi di reddito e pensioni di cittadinanza: sono un milione e 248mila i nuclei che ne beneficeranno. Di questi, le famiglie con soli stranieri sono 154mila.

I costi - Il pacchetto pensioni costerà 4,6 miliardi per quest’anno e 48,2 miliardi nel decennio (al netto delle pensioni di cittadinanza). Per il reddito, invece, nel 2019 ci saranno a disposizione poco più di 5,6 miliardi.

"Quota 100" - Un’altra novità introdotta sulle pensioni è che per raggiungere i 38 anni di contributi minimi non si potranno cumulare versamenti effettuati fuori dalle gestioni Inps, come per esempio in una cassa privatizzata.

Reddito di cittadinanza - Il testo chiarisce meglio anche il meccanismo delle offerte di lavoro congrue: nel primo anno, la prima offerta dovrà arrivare entro un raggio di 100 chilometri da casa, la seconda entro 250 km e per la terza si considererà tutto il territorio nazionale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali