FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

ArcelorMittal, la Cisl: "L'azienda ha comunicato lo stop degli impianti"

Secondo il calendario disposto dallʼa.d. Lucia Morselli, lʼex Ilva smetterà di funzionare entro gennaio. I sindacati: "La situazione sta precipitando". Venerdì incontro al Mise con lʼazienda

L'a.d. di ArcelorMittal, Lucia Morselli, ha comunicato il piano di fermata degli altiforni dell'ex Ilva di Taranto. Lo stop di Afo2 è previsto il 12 dicembre, quello di Afo4 il 30 dicembre e quello di Afo1 il 15 gennaio. Lo dice Marco Bentivogli, segretario generale della Fim Cisl. Secondo quanto si legge in una nota del sindacato, la Morselli avrebbe annunciato la chiusura del treno a caldo tra il 26 e il 28 novembre per mancanza di ordini. 

Cisl: "La situazione sta precipitando" La Cisl sottolinea che "se ancora non fosse chiaro, la situazione sta precipitando in un quadro sempre più drammatico che non consente ulteriori tatticismi della politica". Bentivogli aggiunge: "Le Rsu hanno chiesto in quali prospettive ci si muove e se intendano fare dichiarazioni di esuberi, discussione che l'azienda ha rinviato al tavolo di venerdì. Il piano di fermate modifica le previsioni contenute nell'Aia, pertanto l'azienda si confronterà con il ministero dell'Ambiente". 

 

Landini: "Non voglio perdere neanche un posto di lavoro" In attesa del "primo incontro al ministero dello Sviluppo economico con la presenza dell'azienda", fissato appunto per venerdì 15 novembre, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini avverte: "La situazione è difficile e i tempi delle decisioni devono essere rapidi. Per noi non ci sono le condizioni per recedere dal contratto, per noi ArcelorMittal deve applicare tutte le parti del contratto. Non voglio perdere neanche un posto di lavoro, non è una discussione accettabile quella sugli esuberi. Lì si deve continuare a produrre acciaio, garantendo la salute di cittadini e lavoratori". 

 

I sindacati ribadiscono la contrarietà allo spegnimento Fim, Fiom e Uilm hanno firmato un comunicato congiunto in cui si ribadisce l'assoluta contrarietà alla scleta della multinazionale. I rappresentanti dei lavoratori chiariscono che l'azienda "non può lasciare uno stabilimento spento senza il coinvolgimento di Ilva in amministrazione straordinaria che, a tutt'oggi, risulta l'unico proprietario del gruppo attualmente in affitto ad ArcelorMittal". 

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali