FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Accordo Ue, Berlusconi: "Riflettere sul condizionamento dei sovranisti" 

Per il leader di Forza Italia, lʼintesa sul Recovery Fund è "positiva" e "toglie argomenti ai nemici dellʼEuropa"

L'accordo raggiunto sul Recovery Fund "è un compromesso positivo, che toglie argomenti ai nemici dell'Europa". Lo ha affermato Silvio Berlusconi in un'intervista al Tg5. "Questo difficile compromesso deve far riflettere sul futuro dell'Europa e sul pericolo di condizionamento che certi partiti sovranisti esercitano sulla politica di diversi Paesi Ue".

"Ora è assolutamente indispensabile utilizzare gli altri strumenti a disposizione, a partire dal Mes e dal Sure che sono disponibili subito. Lavoro e sanità non possono attendere", ha poi sottolineato il leader di Forza Italia.

 

"Il governo coinvolga davvero le opposizioni" - Per Berlusconi, il percorso del Recovery Fund "è ancora lungo, i fondi saranno disponibili solo nel secondo semestre del 2021 a condizione che l'Italia presenti un piano di riforme che sia accettabile in Europa, orientato allo sviluppo e non assistenziale e statalista. Questa volta nell'interesse dell'Italia chiediamo al governo che l'opposizione sia davvero coinvolte nelle decisioni del governo".

 

"Basta col voto all'unanimità" - Secondo il presidente di Forza Italia, "bisogna superare definitivamente il meccanismo del voto all'unanimità, almeno per le decisioni più importanti". "Non ha senso - ha aggiunto - che Paesi che rappresentano solo il 10% della popolazione europea blocchino" decisioni importanti come il Recovery Fund. "Se l'Europa vuole diventare un soggetto politico capace di essere protagonista sulla scena internazionale deve abbandonare il voto all'unanimità e adottare il principio del voto a maggioranza qualificata, almeno sui temi maggiori".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali