Donne by tgcom24

In collaborazione con Grazia.it
  • Tgcom24 >
  • Donne >
  • Il piacere del caffè: un rituale tutto italiano

Il piacere del caffè: un rituale tutto italiano

Gli italiani raccontano il loro rapporto con la bevanda più famosa al mondo

- Da gustare a casa o al bar, da soli o in compagnia: il caffè è il migliore compagno di chiacchierate e di confessioni. Ma non solo. Senza dubbio può essere definito la bevanda nazionale degli Italiani: infatti, ben il 96,5% delle persone tra i 18 e i 65 anni lo consumano almeno saltuariamente.

Il piacere del caffè: un rituale tutto italiano

Secondo l’indagine realizzata dall’istituto AstraRicerche per conto di Consorzio Promozione Caffè, bere un buon caffè ha, secondo i nostri connazionali, tre valenze distinte: è una bevanda energizzante, rilassante e conviviale. Per circa la metà degli intervistati rappresenta infatti il modo migliore per iniziare veramente la giornata e per “attivarsi” mentre il 41% del campione lo ritiene un modo per ritrovare energia e ricaricarsi. Il caffè è soprattutto qualcosa da offrire con piacere ad altre persone (50% delle risposte), o un’esperienza da condividere (31%). Il 48%, infine, lo definisce il modo migliore per “fare pausa” e per rilassarsi durante la giornata, anche come momento tutto per sé (41%). Agli Italiani, quello che piace particolarmente del caffè è, ovviamente, il gusto (95,6% delle risposte), ma il caffè dà piacere ancor prima di berlo: il suo aroma, è gradito al 94,6% dei consumatori e il suo colore dal 77,2%.

CONSUMI - Lo studio ha evidenziato anche tre categorie “quantitative” di consumatori: i deboli bevitori (36%) ne consumano 1-2 tazzine al giorno, i medi (36%) ne assumono 2-3 al giorno, i forti consumatori (27%) se ne concedono più di tre tazzine al giorno. Le persone che si concedono più spesso il piacere del caffè sono per lo più di sesso maschile e il loro bisogno cresce con l’aumentare dell’età, almeno fino ai 54 anni. Risiedono soprattutto nel Nord Ovest (Piemonte e Lombardia) e nel Sud, (Lazio, Calabria, Puglia e isole maggiori).

DOVE E COME -
Il caffè si consuma prevalentemente a casa propria (89%) – in particolare le donne (92%) ultra 45enni (94%) - e al bar (78%). i momenti preferiti sono la mattina (80%), subito dopo pranzo (76%) a metà mattina (59%) o nel pomeriggio (50%). In ogni caso, non si rinuncia mai,al caffè del mattino appena svegli (58%). Gli uomini, gli ultra 45enni e i residenti nel Centro-Sud amano il caffè puro, mentre le donne, i giovani e i residenti nel Nord amano mischiare il caffè e quindi, più della media, scelgono caffè macchiato, cappuccino, caffèlatte e marocchino. Il caffè fatto con la moka è molto amato dagli over 55 (49%) e nel Triveneto (50%), i 18-24enni scelgono quasi a pari merito con la moka la nuova macchina a cialde o capsule.

CAFFE’ E SALUTE - Ssolo un numero limitato di intervistati si è sentito sconsigliare il consumo di caffè dal proprio medico (20%); nella maggioranza dei casi (62%), il medico di base invita i pazienti ad un consumo moderato della bevanda (3 tazzine al giorno), un ulteriore 10% ne concede fino a 4/5 al giorno e un altro 2% non pone alcun limite perché ritiene non ci sia alcuna controindicazione al consumo di caffè.
“Il caffè, consumato quotidianamente in sicurezza per centinaia di anni, è parte della nostra alimentazione ed è uno dei componenti della dieta maggiormente studiati – afferma Patrick Hoffer, Presidente del Consorzio Promozione Caffè. Una vastissima letteratura scientifica mostra che il caffè rientra pienamente in uno stile di vita attivo e in una dieta corretta e bilanciata”.

TAG:
Caffè
Abitudini
Bevanda
Italiani
Indagine