FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

FoodExp Lecce: i luoghi e i cuochi che cambiano il mondo

Cibo come strumento: dal 15 al 17 aprile una manifestazione dedicata a esperienze e prospettive dei Foodchangers per incrementare la crescita collettiva e il benessere globale

Prima la tv, poi i social media. Ed ecco che gli chef sono diventate le nuove popstar, celebri come popstar e carismatici come rocker. Attirano gli sguardi della folla, vengono presi a modello. Ma la cucina è il centro di gravità permanente per mezzo della quale i cuochi veicolano messaggi che vanno ben oltre i fatti alimentari, incidendo sulla quotidianità dei territori e sulla vita del pianeta.

Ed è per questo che la seconda e promettente edizione di FoodExp, il congresso pugliese dedicato alla ristorazione, alla cucina e all’hospitality d’autore (ideato e organizzato da Sinext di Giovanni Pizzolante in collaborazione con la giornalista Sonia Gioia), è dedicata ai Foodchangers – i luoghi e ai cuochi che cambiano il mondo –, che dal 15 al 17 aprile si riuniranno per raccontare il proprio modo di vedere il mondo, a partire dal cibo. Dove? Nel cuore del Salento, nelle sale della dimora quattrocentesca Torre del Parco, monumento-simbolo di Lecce.
Per l’edizione 2019, FoodExp amplia le proprie prospettive ma senza cambiare pelle, osando in profondità e puntando dritto al cuore della questione: il cuore non è il cibo, il cibo è lo strumento. Al centro della manifestazione, quindi, non solo (e non più) lo spettacolo esausto dei cooking show, ma storie, visioni e metodi applicati da cuochi, sommelier, produttori di cibo e di vino in grado di andare oltre il perimetro del proprio ristorante e l’interesse imprenditoriale, spingendo l’acceleratore sulla crescita collettiva.
Ma chi sono questi Foodchangers? Aimo Moroni (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano), ovvero il padre putativo di tutte le materie prime di memoria contadina e marinara, elevate al rango dell’alta cucina; Corrado Assenza (Caffè Sicilia, Noto – Siracusa), il pasticciere che ha riscritto la storia della pasticceria utilizzando gli zuccheri della frutta e della verdura; Riccardo Canella e David Zilber (Noma, Copenaghen), braccio destro e sinistro di Renè Redzepi nella ricerca della New nordic cuisine, la cucina che oggi dialoga alla pari, in termini di fama, con la Dieta Mediterranea; Franco Pepe (Pepe in grani, Caiazzo), che ha riscritto la storia della pizza traguardandola nel futuro anteriore, segnando definitivamente la rinascita di un piccolo paese del Sud Italia; Josko Gravner (Gravner vini, Oslavia – Gorizia), il profeta del vino naturale, che vinifica in recipienti di terracotta interrati; Vincenzo Donatiello (Piazza Duomo, Alba – Cuneo) voce della cucina di Enrico Crippa, già Miglior Sommelier Junior d’Italia, dal 2013 nella casa nobile della famiglia Ceretto.
Ci saranno poi i giovani protagonisti del rinascimento della cucina calabrese: Nino Rossi (Qafiz, Santa Cristina d’Aspromonte – Reggio Calabria), Antonio Biafòra (Biafora, San Giovanni in Fiore – Cosenza), Caterina Ceraudo (Dattilo, Strongoli – Crotone), Luca Abbruzzino (Cava cuculera nobile - Catanzaro), insieme a Valentino Palmisano (Vespasia di Palazzo Seneca, Norcia - Perugia), il cuoco-simbolo della ricostruzione di Norcia dalle macerie del terremoto e agli autori della nuova trattoria italiana (con prezzi pop, grandi materie prime, e accogliente ospitalità): Diego Rossi (Trippa, Milano), Francesca Barreca e Marco Baccanelli (Mazzo, Roma), i fratelli Vincenzo e Francesco Montaruli (Mezza Pagnotta, Ruvo di Puglia – Bari).
Un segmento cruciale di FoodExp è dedicato all’ospitalità e alla formazione. Si parlerà infatti di hospitality management con gli uomini e le donne a capo delle migliori strutture ricettive in Italia e nel mondo. E poi i premi, con il Premio emergente organizzato in collaborazione con Witaly, che sarà dedicato ai più giovani: gli under trenta di Puglia si cimenteranno nelle prove delle sezioni Chef emergente, Pizza chef emergente ed Emergente sala. I tre vincitori parteciperanno di diritto alle finali nazionali.

www.foodexp.it

Di Indira Fassioni

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali