FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Canada, stop alla cattività per delfini e balene

Sarà vietato mantenere in prigionia gli animali marini. Deroghe solo per due strutture

Legge storica per il Canada, dove sarà vietato mantere in cattività cetacei come delfini e balene. A deciderlo, la Camera dei Comuni che ha approvato la legge presentato al Senato per la prima volta nel 2015. Chi non rispetterà le nuove regole e continuerà ad allevare o detenere questi animali dovrà fare i conti con multe salatissime, che arriveranno fino a 200 mila dollari.

In Canada al momento i cetacei si possono trovare in cattività solo in due strutture, l'acquario di Vancouver e quello del Marineland. La legge ha chiarito che potranno mantenere gli animali che già sono presenti nelle vasche ma che non potranno aggiungerne di nuovi.  
 
Sarà possibile, però, catturare gli animali quando è nel loro interesse, cioè quando sono feriti, in riabilitazione o oggetto di ricerca scientifica.  
 
La leader dei Verdi canadesi, Elizabeth May, parla di una vittoria storica: "I canadesi sono stati chiari - ha dichiarato - vogliono la fine di questa crudele pratica di tenere i delfini e le balene in cattività". Nel Paese, infatti, negli ultimi anni sono stati diffusi molti documentari che mostravano le precarie condizioni degli animali allevati nelle vasche.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali