Da non perdere

A Spello ritorna lo spettacolo delle Infiorate

In Umbria due giorni di spettacoli di artisti di strada, con il mercato di Florovivaismo e la mostra dei bonsai

29 Mag 2024 - 06:00
1 di 7
© Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa

© Ufficio stampa

© Ufficio stampa

Tornano a Spello le artistiche Infiorate del Corpus Domini, che nel weekend dell’1 e 2 giugno torneranno a colorare le vie e le piazze del centro storico di Spello (Pg), uno dei borghi più belli d’Umbria e d’Italia. Queste meravigliose opere floreali, che per dimensioni (dai 25 ai 70 mq i quadri e almeno 12 mq i tappeti) ricopriranno di profumi e colori un percorso di quasi due chilometri che attraversa tutto il borgo.

Le meravigliose Infiorate di Spello, che i visitatori possono ammirare sono il risultato di un complesso e difficile lavoro che richiede settimane e addirittura mesi di paziente lavoro da parte di molte persone. Tra le fasi preliminari più importanti e impegnative dell’evento ci sono la ricerca e la raccolta di fiori e poi la selezione e la conservazione dei petali.  

La veglia notturna

 I momenti più emozionanti dell’evento si concentrano nella lunga e vivace notte dei fiori, la veglia notturna tra sabato e domenica che coinvolge circa 2mila persone di tutte le età, compresi quasi 500 bambini. E mentre gli infioratori lavorano chini a terra, protetti da strutture aperte che saranno smontate solo all’alba, turisti e visitatori potranno non soltanto guardare ma anche partecipare attivamente: quest’anno chi vorrà improvvisarsi infioratore per una notte avrà la possibilità di contribuire a realizzare un vero tappeto o un quadro floreale all’interno degli stessi gruppi infioratori. Non solo. In occasione del 250° anniversario di fondazione del Corpo della Guardia di Finanza, nella notte dei fiori una delegazione in forza al Comando regionale Umbria si cimenterà nell’arte dell’infiorare.

Gastronauti Tra le novità dell’edizione 2024 anche l’atteso ritorno dei fiori sul piatto. Per indomabili gastronauti, i palati raffinati e gli aspiranti chef, sabato 1° giugno arrivano due corsi di cucina floreale condotti dallo chef Roberto Sebastianelli, grande esperto nel preparare prelibati piatti con i fiori, che a Ostra Vetere (An) ha fondato l’azienda agricola Fiorfrì per coltivare le specie edibili più interessanti (tagete, bocca di leone, crisantemo, begonia, fiore di carota selvatica) da cucinare con sapienza e creatività. I corsi si svolgeranno presso il Centro di Piazzale Sant’Andrea in due edizioni che scandiranno la giornata e che si concluderanno con una golosa degustazione finale: “Aperitivi e antipasti con i fiori” dalle 10:30 alle 12:30 e “Primi piatti con i fiori” dalle 17 alle 20.

Il museo delle infiorate

 Durante il weekend delle infiorate, in una città trasformata grazie agli abbellimenti floreali realizzati nell’ambito del concorso “Finestre, balconi e vicoli fioriti”, numerosi eventi collaterali che ormai da anni fanno da cornice alla manifestazione già dai giorni che precedono l’evento: la mostra dei bozzetti al museo delle infiorate, le mostre di pittura e di fotografia storica, la mostra mercato di florovivaismo, la musica dal vivo in occasione del “M’ama non m’ama” e delle premiazioni finali. Passeggiando lungo il percorso delle infiorate, i visitatori potranno assistere agli spettacoli itineranti con artisti di strada che faranno tappa alla Cappella Tega, Palazzo comunale, Chiesa di San Martino e teatro comunale Subasio; potranno poi visitare la mostra di bonsai, con dimostrazioni di tecniche teoriche e pratiche, e degustare i prodotti tipici del territorio nei ristoranti e negli esercizi commerciali, che nella resteranno aperti tutta la notte. Come sempre, entro le ore otto della domenica mattina, le opere saranno completate e, dopo le valutazioni della giuria, la processione del Corpus Domini guidata dal Vescovo le calpesterà, ricordando il senso effimero della loro bellezza e chiudendo un’esperienza di altissimo valore umano, artistico e religioso.

Per maggiori informazioni: www.infioratespello.it

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri