FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lazio: apre a Cisterna lo strepitoso Giardino di Ninfa

Eʼ stato giudicato dal New York Times uno dei più bei parchi del mondo

Il Giardino di Ninfa, che si trova nel comune Cisterna di Latina in Lazio è una splendida oasi naturalistica, che sorge accanto all’incantevole borgo medievale di Sermoneta. Dopo la pausa invernale, riapre i battenti ai visitatori.

Lazio: apre a Cisterna lo strepitoso Giardino di Ninfa

E' stato giudicato dal New York Times uno dei più bei parchi del mondo

leggi tutto

Fioriture stagionali di rose, garofani, papaveri, peonie, begonie, lavanda, salvia e rosmarino arricchiscono il Giardino di Ninfa in cui prospera anche una fauna quanto mai varia: il martin pescatore, l’assiolo, il picchio rosso, il falco pellegrino convivono con il tasso, l’istrice, la volpe, la faina, il riccio e la donnola.

Un viaggio nella natura - Il tutto, inserito nella cornice del Parco Naturale di Pantanello, che si estende per 100 ettari precedentemente destinati a colture agricole, dove sono stati ricreati gli ambienti umidi che caratterizzavano la Pianura Pontina. Monumento Naturale Regionale dal 2000, il Giardino di Ninfa si estende per circa 8 otto ettari, ombreggiati da 1.300 piante ed essenze floreali provenienti da ogni parte del mondo, in un habitat che le rende rigogliose: salici, pioppi, olivi, aranci, limoni, melograni ma anche aceri nipponici, betulle boreali, alberi dei tulipani, aceri dello zucchero, bambù, ciliegi cinesi, calle etiopiche.

Un giardino già nel VIII secolo - La storia di questo luogo inizia a metà dell’VIII secolo, quando fu donato dall’Imperatore di Costantinopoli a Papa Zaccaria. Da allora fu proprietà dei Conti di Tuscolo e dei Frangipane, per essere poi distrutta dall’imperatore Federico Barbarossa, prima di passare ai Conti di Ceccano e agli Annibaldi e, infine, divenire feudo della famiglia Caetani. La città fu nuovamente distrutta nel 1382 e abbandonata. Solo nel 1920 Ninfa risorse, grazie a Gelasio Caetani. e, successivamente, Roffredo e sua moglie Marguerite Chapin, alla quale il giardino è intitolato.

Parco letterario - Il Giardino di Ninfa fa parte del Sistema dei Parchi Letterari e ha ispirato scrittori e poeti come Virginia Woolf, Giuseppe Ungaretti e Alberto Moravia. Fra i molti riconoscimenti, nel 2015, ha vinto il concorso Il parco più bello d’Italia nella categoria Parchi Privati, scelto tra circa mille gioielli naturalistici dello Stivale; nel 2018, ha conquistato il secondo posto all’European Garden Award nella categoria “L’eredità europea dei giardini e del giardinaggio”.

Ninfa nelle stagioni - Fra le novità di quest’anno, “Ninfa nelle stagioni”, una passeggiata fra i colori stagionali del giardino e fra i ruderi della scomparsa città di Ninfa: un unico biglietto darà la possibilità di accedervi in primavera, estate, autunno e inverno e ogni volta il percorso di visita sarà diverso. Inoltre una giornata al mese sarà dedicata a visite speciali con la guida degli attori della compagnia teatrale di Latina La Bottega, che racconteranno il parco attraverso le parole di poeti e scrittori. Il Giardino di Ninfa sarà aperto al pubblico il 25 e il 28 aprile; l'1 e il  4,  5, 12, 19, 26 maggio. Per le visite guidate è necessaria la prenotazione. 

Per maggiori informazioni: www.visitlazio.com

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali