FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Abruzzo: in camper lungo la Costa dei Trabocchi

Dall’Abruzzo alla Puglia nella natura incontaminata, confortati da un’enogastronomia impareggiabile

Vacanze en plein air lungo la Costa dei Trabocchi

Dall’Abruzzo alla Puglia nella natura incontaminata, confortati da un’enogastronomia impareggiabile

Leggi Tutto Leggi Meno

“La strada è vita”: questa famosa citazione dello scrittore americano Jack Kerouac si sta rivelando sempre più attuale anche quando si parla di viaggi, catturando l’essenza della ricerca di libertà e di avventura che solo le esperienze on the road sanno dare.

E se la strada è la via per scoprire meglio se stessi e il mondo, non stupisce come siano sempre più gli Italiani a decidere di partire per un viaggio in camper.

Da Roma verso la Costa dei Trabocchi -

Le possibilità di itinerari partendo da Roma sono davvero infinite, ma per un viaggio da sogno all’insegna delle bellezze paesaggistiche italiane Yescapa, piattaforma di camper sharing leader in Europa, propone di far tappa sul litorale adriatico: tagliando gli Appennini in direzione Pescara, in circa due ore e mezza si raggiunge l’affascinante

Costa dei Trabocchi

, lungo la bellissima marina abruzzese (e oltre).

Anche D’Annunzio ne fu ammaliato -

Queste strane strutture, simili a ragni giganti che emergono dall’acqua su sottili palafitte di legno, sono antiche macchine da pesca fisse, che dalle scogliere si protendono con le loro reti verso il mare. Il litorale abruzzese ne è costellato, rendendo i viaggi lungo questa striscia d’Italia particolarmente suggestivi. Punto di partenza è il Trabocco Turchino a San Vito Chietino, di cui il poeta vate Gabriele d’Annunzio decantò la bellezza nell’opera “Trionfo della morte”. Distrutto più volte e ogni volta ricostruito, ad oggi conserva la sua struttura di base, composta da una lunga passerella sospesa sul mare e un’ampia piattaforma di lavoro. Se siete amanti del buon cibo e siete alla ricerca di ristoranti tipici in cui assaggiare alcuni piatti della cucina abruzzese, dal Trabocco Turchino vi consigliamo di raggiungere la caratteristica cittadina di San Vito, che ospita il magnifico Belvedere Guglielmo Marconi, perfetto per una passeggiata panoramica post-pasto (sicuramente abbondante, come tradizione vuole) e per godersi un po’ di relax assoluto.

Natura incontaminata -

Proseguendo verso sud, si incontrerà subito dopo il Trabocco di Punta Torre a Fossacesia, immerso nel territorio incontaminato caratteristico di questi luoghi. Il trabocco è facilmente raggiungibile dalla strada e dalla graziosa pista ciclabile vista mare ricavata dalla vecchia ferrovia, che si inerpica per tutto il promontorio dei trabocchi. Una tappa perfetta per tutti gli amanti dei panorami incontaminati, col mare dalle acque limpide e la natura selvaggia che dà un tocco wild a questo tratto di costa.  Per un’esperienza più mondana, invece, il Trabocco Cungarelle a Vasto è stato rinnovato e trasformato in un suggestivo ristorante di pesce, perfetto per brindare al tramonto con un calice di bollicine al sapore di brezza marina.

I Trabucchi molisani -

Ma i Trabocchi non finiscono al confine dell’Abruzzo, cambiano solo nome sconfinando in Molise, diventando Trabucchi. Questa regione, spesso ancora a torto sconosciuta, è un’oasi di pace dolcemente adagiata sull’Adriatico e caratterizzata da piccoli borghi storici. Una tappa imperdibile è Termoli, città con uno splendido paese vecchio dominato dal Castello Svevo, che svetta sull’antico Trabucco Celestino, realizzato dal pescatore termolese Felice Marinucci a metà ‘800, oggi un vero e proprio simbolo della città con una magnifica vista sul mare.

Sul Gargano -

Da Termoli al Gargano, il passo è breve: anche il tratto di costa tra Peschici e Vieste è punteggiato da trabucchi, come il Trabucco Punta San Francesco, che dallo sperone roccioso del centro storico di Vieste si protende verso l’orizzonte, in un’eterna storia d’amore tra terra, mare e cielo. Se invece siete alla ricerca di un’esperienza enogastronomica sensazionale per chiudere in bellezza la vostra giornata, il posto che fa per voi è il Trabucco da Mimì situato nella caratteristica cittadina di Peschici e vincitore della puntata dedicata al Gargano di “4 Ristoranti”, rinomata trasmissione condotta dallo Chef Alessandro Borghese. La famiglia Ottaviano gestisce l’attività dal 1975, portando in tavola un mix di tradizione e innovazione grazie al pescato sempre fresco e alle contaminazioni culinarie provenienti da tutto il mondo. 


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali