FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Castellina in Chianti: tutto il buono della Toscana

Eccellenze gastronomiche e meraviglie archeologiche, al centro della zona del Chianti

Castellina in Chianti: la Toscana più autentica (e più gustosa)

Eccellenze gastronomiche e meraviglie archeologiche al centro della zona del Chianti 

Castellina in Chianti si trova in una delle zone più belle della Toscana, famosa in tutto il mondo per le sue dolci colline impreziosite da vigneti e oliveti che danno pregiati vini e raffinati olii. 

Alla buona tavola si unisce un patrimonio storico che affonda le sue radici nella storia etrusca e arriva fino ai giorni nostri dando valore aggiunto a un territorio che merita una visita e una sosta a tutto gusto toscano. Scopriamo insieme le dieci tappe da non perdere. 

Castellina – L’abitato di Castellina in Chianti, è stato costruito su un crinale che domina la Valdelsa e tutto il territorio circostante, è stata motivo di secolari battaglie tra le Repubbliche di Siena e Firenze, rese ancor più epiche da aneddoti e leggende come quella del Gallo Nero, oggi simbolo del Consorzio Vino Chianti Classico. Il logo celebre in tutto il mondo risale almeno alla metà del XIII secolo, quando campeggiava sui vessilli della Lega del Chianti, istituzione di natura militare e amministrativa suddivisa nei terzieri di Castellina, Gaiole e Radda in Chianti che rispondeva al potere della Repubblica fiorentina.

La Rocca medievale - Protagonista assoluta della piazza principale del paese, la Rocca medievale risale al Trecento e fu costruita come baluardo della repubblica fiorentina nella contesa secolare con quella senese. Oggi è divenuta uno dei simboli di Castellina in Chianti e dalla sua sommità si può ammirare una suggestiva vista sul paese e sul Chianti in tutta la sua bellezza e unicità.

Via delle Volte - Il viaggio nel Medioevo continua sotto le antiche mura di Castellina in Chianti percorrendo il tunnel sotterraneo conosciuto come la Via delle Volte che ospita negozi, botteghe artigiane e ristoranti. In origine, il percorso era all'aperto e venne trasformato quando fu necessario espandere la città, rendendolo, oggi, una passeggiata ricca di fascino e di storia. 

La Via Romea Sanese - La posizione strategica di Castellina in Chianti come collegamento fra Siena e Firenze trova conferma anche nella Via Romea Sanese, antico cammino che ricalca l’itinerario etrusco di crinale con un percorso di circa 78 km immersi quasi completamente nella natura, fra sentieri e strade bianche rese nuovamente fruibili dal lavoro di istituzioni e volontari in tempi molto recenti. 

Il Museo archeologico del Chianti Senese - Nel Museo sono esposti reperti e ritrovamenti archeologici dai comuni di Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Gaiole in Chianti e Radda in Chianti con un repertorio storico che copre circa 4 mila anni di storia. Il Museo vede fra i suoi simboli ed elementi di punta il carro etrusco ritrovato nel Tumulo di Montecalvario, rivestito di lamine decorate di bronzo e di ferro. 

Il camminamento medievale - Per godere pienamente della bellezza mozzafiato dei paesaggi del Chianti, concedetevi una passeggiata lungo il camminamento medievale realizzato pochi anni fa per offrire a ospiti e residenti una passeggiata panoramica esterna a via delle Volte e affacciata sull’unica parte della cinta muraria rimasta ancora in piedi. 

Il Tumulo di Montecalvario - Prima di partire, non dimenticatevi la visita al Tumulo di Montecalvario, alle porte di Castellina in Chianti. Questo grandioso monumento sepolcrale etrusco, dal diametro di oltre 50 metri, fu costruito alla fine del VII secolo a.C. per accogliere le tombe di una famiglia principesca di straordinaria ricchezza. Gli scavi archeologici risalgono agli inizi del Novecento e hanno riportato alla luce 4 camere ardenti con delle celle laterali ricche di reperti che hanno trovato posto nel Museo Archeologico del Chianti Senese insieme al carro etrusco.

Fonterutoli - Fra le zone che circondano Castellina in Chianti merita una visita, Fonterutoli, in direzione Siena, dove si possono visitare liberamente i resti della necropoli etrusca utilizzata fra l’ultimo quarto del VII e la fine del VI secolo a.C., dove sono stati recuperati corredi funebri quali unguentari etrusco-corinzi, vasellame da banchetto e due anfore attiche a figure nere. 

Vino e olio Chianti – L’olio e i vini del Chianti non anno bisogno di presentazioni: e a Castellina del Chianti  la scelta è ampia, soprattutto nelle enoteche e nelle numerose aziende vitivinicole e olearie del territorio che offrono anche la possibilità di conoscere da vicino le loro realtà e la produzione con visite guidate

La macelleria di Riccardo Stiaccini - Fra le tappe dedicate alla buona tavola da non perdere, prima di salutare Castellina in Chianti, vi consigliamo la macelleria di Riccardo Stiaccini. Nella sua bottega, esercizio storico nel cuore del paese, potete trovare carne di qualità e piatti pronti a base di carne con tutto il gusto e i sapori tipici locali.

Per informazioni:  www.comune.castellina.si.it 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali