FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Donnevventura e le meraviglie della Camargue

In viaggio in una delle regioni più suggestive della Francia, in cui si incontrano sogno, arte e natura

Siamo in Francia, lungo la costa meridionale, a sud di Arles, fra il Mar Mediterraneo e i due bracci del delta del Rodano. Qui si trova una piccola porzione di terra, dove sogno, arte e natura si incontrano. Stiamo parlando della Camargue. È un lembo di terra caratterizzato da sabbia, paludi, stagni e risaie; un immenso parco di natura selvaggia e incontaminata, un tripudio di colori e di scorci spettacolari, in cui l’uomo sembra essere un ospite.

La Camargue con le sue paludi e acquitrini, offre l’habitat naturale a numerose specie di volatili; tra queste però quella sicuramente più elegante è quella del fenicottero rosa. Gli ultimi dati raccolti parlano di oltre tredicimila coppie nidificanti tra aprile e giugno, un vero e proprio esercito rosa che genera bellezza e che incanta. 

 

Sono sia i maschi che le femmine a provvedere alla cova delle uova:  riconoscono i propri piccoli solo per il verso che emettono. Una curiosità è che il loro caratteristico colore rosa è dovuto alla loro alimentazione, caratterizzata principalmente da gamberetti. Osservarli è incredibilmente emozionante, un incontro che resta nel cuore.

Donnavventura in Camargue: un angolo di pace e poesia

Simbolo di questa terra sono anche i meravigliosi cavalli bianchi. Sicuramente il modo migliore per conoscere tutti gli angoli nascosti della Camargue, è proprio a cavallo. Questo territorio ha proprio una sua omonima razza, il famoso Camargue bianco.  Particolare è il suo manto, che appena nato è di colore baio scuro, per poi trasformarsi con la crescita fino a diventare completamente bianco. È di taglia contenuta, dal carattere docile e mansueto. Il cavallo bianco è divenuto pian piano il simbolo di questa terra.

 

Cuore della Camargue è Saintes-Maries-de-la-Mer, un villaggio ai confini della terra e del mare che ha persino ispirato alcuni dei quadri di Van Gogh. All'ingresso si trova il simbolo della Camargue, una croce sormontata da un'ancora e da un cuore, che simboleggiano fede speranza e carità. È un piccolo villaggio di pescatori che vive di tradizioni gitane, e ancora oggi una delle attività più praticate è la pesca.

 

A Sud si trova la cittadina medievale di Aigues Mortes; si tratta di una delle poche città fortificate francesi a essere sul livello del mare e non abbarbicata su speroni di una montagna.  Questa città è famosa per le sue mura fortificate che, ancora oggi, conservano e racchiudono tutto il centro storico cittadino. A pochi passi dalle mura, nella circostante area paludosa, si trova il più ampio bacino salato di tutta Europa, esistente fin dall’epoca dei romani.  Questo luogo ha un aspetto inospitale e particolare, caratterizzato dal contrasto del bianco accecante del sale e quello rossastro dei bacini d’acqua.

Insomma, la Camargue è una terra tutta da scoprire, ricca di colori, profumi e suggestioni che inebriano anima e cuore. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali