FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Dieci colori per dieci villaggi di tutto il mondo

Non solo bianco e ocra, ma anche azzurro, violetto e rosso carminio: sono le straordinarie tinte di alcuni borghi magici

Ci sono le città bianche, numerose soprattutto in Puglia e nella Spagna meridionale, ma anche borghi con curiose case di colore rosso, oppure azzurro, o anche ocra come il deserto che le circonda. Ci sono anche paesini di tutti i colori dell’arcobaleno, o che riflettono le splendide sfumature della natura che li circonda. Ne abbiamo scelti dieci, per altrettanti colori, da tutto il mondo.

Dieci colori per dieci villaggi

1 ARCOBALENO - Portovenere – Liguria – Affacciato sul Golfo dei Poeti, a pochi chilometri da La Spezia, questo antico villaggio di pescatori ha i mille colori dei borghi liguri. Alle case variopinte si aggiungono le tinte vivaci delle barche da pesca ormeggiate nel porticciolo.

2 BIANCO – Alberobello – Puglia – Questo celeberrimo villaggio in provincia di Bari è patria dei trulli, le tipiche abitazioni di forma cilindrica in pietra a secco e dipinte a calce bianca, con il caratteristico tetto autoportante a forma di cono. I trulli servivano anticamente come ricovero per il bestiame e in seguito come abitazione per i pastori.

3 VIOLETTO – Simiane-la-Rotonde, Francia – Questo grazioso villaggio sorge in Provenza, nel Sud della Francia, ed è circondato dalle distese violette dei campi di lavanda. Il paese, con le sue tipiche costruzioni e le viuzze lastricate, è dominato da imponente castello

4 AZZURRO - Júzcar, Spagna – Questo grazioso villaggio dell’Andalusia, circondato da colline, apparteneva un tempo al circuito dei cosiddetti “‘pueblos blancos’ ovvero i “paesi bianchi”, con le abitazioni intonacate a calce bianca. Nel 2011, però, il borgo ha ospitato la prima mondiale dei film “I Puffi”: gli abitanti hanno deciso perciò di colorare le loro case di un bel tono di azzurro, in onore dei simpatici omini blu.

5 ROSA - Marrakech, Marocco - Tra le maggiori città del Marocco, Marrakech è la più importante delle quattro Città imperiali. Il colore degli edifici si fonde con quelo della sabbia del deserto circostante ed è così particolare da essere definito appunato "rosa marrakech". La città è situata sull’Alto Atlante, in un oasi rigogliosa a circa 150 km dall’oceano Atlantico, ai piedi montagne e vicina al deserto del Sahara.

6 ROSSO - Reine, Norvegia – Ci vivono poche centinaia di persone, ma le casette rosse di questo villaggio norvegese, situato all’imboccatura del fiordo omonimo, sono tra le più iconiche della Scandinavia. Immerso in una natura di bellezza mozzafiato, il borgo gode della straordinaria luce notturna dei mesi estivi nel Circolo Polare Artico e, durante la lunghissima notte invernale, conosce lo straordinario fenomeno dell’aurora boreale.

7 OCRA - Ait Ben-Haddou, Marocco - Questa antica città fortificata sorge lungo la rotta carovaniera tra il deserto del Sahara e la città di Marrakech. E' scavata nel fianco di una collina lungo il fiume Ouarzazate ed è Patrimonio dell'Umanità Unesco. Ha il colore ocra intenso della terra circostante, nella quale sono costruiti i mattoni che compongono gli edifici.

8 BLU - Sidi Bou Said, Tunisia - Situata nel nord della Tunisia, a circa 20 chilometri da Tunisi, la città è celebre per l'uso intenso dei colori bianco e soprattutto blu chiaro ovunque in città. Questo stile e i colori sono stati imposti da una legge del 1920, per rendere omaggio al lavoro del pittore francese Rodolphe d’Erlanger, deceduto nel paese. In particolare l'obbligo del colore blu riguarda porte e finestre.

9 GIALLO - Ping’an, Cina – Anche in questo caso il colore viene dal paesaggio che circonda questo pittoresco borgo agricolo: il centro abitato è immerso tra le celebri risaie a terrazze di Longji, che in occasione della fioritura delle piante di riso si colorano di fantasmagoriche geometrie gialle.

10 CARMINIO - Larung Gar, Tibet - Le abitazioni sono minuscole, costruite in legno e addossate una all'altra, tanto da fondersi tra loro. Ci vivono circa 40 mila tra monaci e suore buddisti, iscritti al locale Centro di studi religiosi, probabilmente il più vasto al mondo. Nel 2016 il governo cinese ha minacciato la sua demolizione, per ridurre il numero degli abitanti.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali