FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il computer quantistico è sempre più realtà: test da 10mila anni completato in tre minuti

Lʼesperimento senza precedenti, atteso da decenni, è stato coordinato da Google. Il nuovo super processore impiega circa 200 secondi per campionare unʼistanza di un circuito quantistico un milione di volte

Il computer quantistico di Google si fa sempre più realtà

Atteso da decenni, il computer quantistico non è mai stato così reale. Lo dimostra l'esperimento senza precedenti, coordinato da Google e condotto fra Germania e Stati Uniti, in cui la macchina ha risolto in poco più di tre minuti un'operazione che a un computer tradizionale richiederebbe circa 10mila anni. Il dispositivo, descritto sulla rivista Nature, sfrutta le proprietà del mondo degli atomi per aumentare le capacità di calcolo.

Gli autori dello studio hanno realizzato un programma, una sorta di gioco matematico, che non ha ancora applicazioni e che il computer quantistico di Google, chiamato Sycamore, ha risolto in 200 secondi. Merito di un processore con 53 qubit, le unità di informazione di base di questi computer del futuro.

 

I computer quantistici non sono ancora una realtà, ma si stanno avvicinando progressivamente. L'Europa ha lanciato un ambizioso programma sulle tecnologie quantistiche finanziato dalla Commissione Ue con un miliardo di euro. L'iniziativa, che prevede dieci anni di lavoro, vede l'Italia impegnata in prima fila con il Cnr.

 

Non mancano però le polemiche. La stessa rivista Nature riporta sul suo sito quelle sollevate dalla Ibm, secondo la quale il suo supercomputer tradizionale più potente, chiamato Summit e grande come un campo di basket, avrebbe potuto risolvere il problema in soli due giorni e mezzo e non in 10mila anni.

 

"E' un passo significativo verso la cosiddetta supremazia quantistica, ossia della capacità di questi computer di svolgere un compito che a un computer tradizionale richiederebbe un tempo lunghissimo, che può anche andare oltre l'età conosciuta dell'universo", ha detto Augusto Smerzi, dell'Istituto Nazionale di Ottica del Cnr.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali