FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Google chiude il progetto Dragonfly, il motore di ricerca ʼcensuratoʼ per la Cina

La piattaforma doveva essere progettata per non far comparire tra i risultati informazioni su diritti umani, democrazia, religione e proteste pacifiche

Google chiude il progetto Dragonfly, il motore di ricerca 'censurato' per la Cina

Google chiude definitivamente 'Dragonfly', il progetto di un motore di ricerca appositamente programmato per la Cina. Lo ha confermato Karan Bhatia, Vice President of Public Policy del gruppo di Mountain View, intervenuto al senato statunitense.

La piattaforma 'Dragonfly' doveva essere progettata per inserire in un lista nera, e non far comparire tra i risultati di ricerca, informazioni su diritti umani, democrazia, religione e proteste pacifiche. Lo scorso anno un'inchiesta del sito The Intercept aveva svelato in anteprima i dettagli del progetto, provocando le proteste interne dei dipendenti di Google e delle organizzazioni per i diritti umani. Un portavoce della società californiana ha ribadito, attraverso la testata online statunitense BuzzFeed, che il lancio di un motore di ricerca 'censurato' per la Cina non rientrava più nei piani dell'azienda già da alcuni mesi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali