FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Facebook Dating sbarca anche in Europa: ecco come trovare l'amore anche sull'app di Zuckerberg

In due anni la nuova app di Facebook ha già realizzato più di un miliardo di incontri e ora è pronta a sbarcare in 32 nuovi Paesi, Italia compresa

 Facebook, Dating, Zuckerberg, Tinder

Facebook lancia la sfida a Tinder e alle altre app d'incontri on line, anche in Europa. Da giovedì 22 ottobre, aggiornando l'applicazione, sarà possibile attivare la nuova piattaforma chiamata  Dating e iniziare a cercare l'anima gemella. Un valore aggiunto che Mark Zuckerberg aveva introdotto due anni fa in ben 20 Paesi e che d'allora ha registrato più di un miliardo e mezzo di incontri.

Da oggi la novità del colosso californiano coprirà anche l'Europa, arrivando in 32 nuovi Stati. Il lancio avverrà gradualmente e per godere di Dating occorrerà solo aggiornare l'applicazione e decidere se attivare o meno la nuova funzione.  "Un servizio protetto, riservato e totalmente gratuito, senza pubblicità o costi nascosti", dicono i portavoce dell'applicazione. con un'unica restrizione: bisogna essere maggiorenni.

 

Dating è pensata per sfruttare tutte le applicazioni di casa Zuckerberg. Si potrà dunque scrivere o avviare videochiamate con Messanger, condividere le storie pubblicate su Facebook e aggiornare le foto con Instagram. Il tutto in modo gratuito, riservato e sicuro. L'attenzione dei programmatori è caduta infatti anche sul rischio "sexting". Se si utilizza Dating per chattare, non sarà possibile scambiare link, video, foto o denaro. Nel caso in cui si volesse invece vedere il partner scelto si potrà creare un'apposita chat riservata agli appuntamenti video, ma solo a match avvenuto.

 

Come funziona? - Dating fa scegliere se pescare tra gli amici di amici o se cercare potenziali partner anche oltre la cerchia dei conoscenti. Ma non è tutto. Zuckerberg ha inserito l'opzione Passioni Segrete che permette di scegliere fino a nove persone tra i propri contatti Facebook e Instagram e poi sperare che loro facciano lo stesso. E ancora, si può prendere parte a gruppi o eventi così da aumentare le chance di imbattersi in persone con interessi simili.

 

Una volta iscritti a Dating non sarà più possibile cambiare il nome e l'età con cui ci si è registrati su Facebook, a differenza della scelta del genere e delle preferenze di match che sono direttamente controllate dall'utente. Il profilo poi rimarrà segreto. Ciò significa che non sarà possibile vedere se altri amici (contatti di Facebook) si sono iscritti a Dating e viceversa. Se avviene una corrispondenza e l'utente inizia a chattare con qualcuno, questo contatto non comparirà nel suo News Feed. Insomma, è come se ci si trovasse in una bolla nascosta all'interno dell'app. Fatta esclusione per l'opzione Passioni Segrete, dove il match avviene con un amico diretto.

 

La sicurezza dei dati - Per quanto riguarda la diffusione e la monetizzazione dei dati, Facebook mette le mani avanti: "I dati, i servizi e le comunità erano già tutte qui", spiegano. Il colosso di Zuckerberg ha garantito la sicurezza di Dating, assicurando di aver già preso tutte le contromisure possibili. Se dopo l'iscrizione l'utente cambiasse idea, oppure trovasse l'anima gemella, sarà possibile cancellare il profilo come se non fosse mai successo nulla, oppure decidere di metterlo in pausa, nel caso in cui prima o poi si volesse tornare.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali