FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Data fusion e nuove professionalità: ecco come cambia la gestione della reputazione nellʼera del digitale

Al centro della seconda giornata dei Mashable Social Media Days anche la trasformazione del settore Retail e le nuove sfide nel mondo del cooking per cattura lʼattenzione dei consumatori sul web

Conoscere le criticità del mondo digitale per sapere come fronteggiarle e gestirle. La rivoluzione digitale è anche questo. Non a caso negli ultimi anni sono nate figure professionali inedite come il reputation manager, in grado di gestire e tutelare, dentro e fuori la Rete, la reputazione di brand, aziende e soggetti pubblici o privati. "Con il digitale le criticità sono radicalmente cambiate - spiega Andrea Barchiesi, CEO di Reputation Science, ospite della seconda giornata dei Mashable Social Media Days a Milano -. Oggi una crisi non è più istantanea o temporanea, ma è per sempre, di conseguenza ogni azienda è in uno stato di pre-crisi continuo".

La rivoluzione digitale va in scena ai Mashable Social Media Days


"Con i social - sottolinea Barchiesi - chiunque può scatenare una crisi: il vero segreto è essere preparati, con una sinergia di competenze e alta tecnologia". E' la data fusion, la fusione di competenze che permette di analizzare e dare un significato a una serie di dati provenienti da fonti eterogenee e riguardanti ambiti diversi. Solo così la criticità si può intercettare e gestire: "La crisi - conferma Barchiesi - va identificata in tempo, ma soprattutto va pre-mappata in tutte le possibilità in cui si può presentare", anche perché "molte crisi sono latenti, i rischi sono già presenti in Rete e bisogna lavorare a priori per ridurli o eliminarli".


Parlando di trasformazione digitale, ci sono ambiti in cui le novità si possono toccare con mano, come nel mondo del Retail e della Gdo. Per Giorgio Santambrogio, amministratore delegato del Gruppo Végé, qui "l'effetto del digitale è stato dirompente", ma ha aperto le porte a nuove possibilità per approcciare il cliente e conoscerne i comportamenti grazie "all'integrazione dei dati loyalty con quelli scanner e geografici". Quanto all'e-commerce, "non rappresenta un timore per la distribuzione fisica, perché sappiamo che è un'alternativa in più per il cliente". "Le regole però devono essere chiare - sottolinea Santambrogio -: anche chi fa e-commerce deve pagare le tasse sul territorio italiano, deve rispettare le stesse regole che governano le aperture dei punti vendita fisici e deve avere una politica di sottocosto e dumping pari alla nostra".


Ai Mashable Social Media Days si è parlato anche di food. Come si può intercettare il consumatore in un settore altamente inflazionato come quello del cooking dove tutti producono contenuti e cercano di ritagliarsi un proprio ruolo? "Bisogna costruire dei contenuti che siano differenzianti e possano catturare l'attenzione - dice Francesco Potenza, Head of Digital & Marketing Services di Parmalat Italia -. Noi abbiamo realizzato dei video molto veloci diversi dalle tradizionali ricette, con consigli su come stupire a tavola, e la risposta degli utenti ci ha premiato".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali