FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tomaso Trussardi: “La morte di mio fratello è una cicatrice che rimane”

La confessione a "Verissimo": "Non riesco a superare questo trauma"

 

Una vita felice fino a 15 anni. Poi la morte del padre per un incidente stradale e, poco più di tre anni dopo, nel gennaio del 2003, quella del fratello maggiore, sempre a causa di un incidente, quando aveva solo 29 anni. Alla prima intervista televisiva in assoluto, Tomaso Trussardi si confida nel salotto di "Verissimo", condotto da Silvia Toffanin. Molto riservato, per nulla incline a svelarsi in pubblico, l'imprenditore bergamasco, marito di Michelle Hunziker, parla del rapporto con il padre, il noto stilista Nicola Trussardi, e del fratello. "Mio fratello è morto tre anni dopo mio padre. Aveva soltanto 27 anni", racconta Tomaso. "Con mio padre avevo un rapporto di confidenza, di osmosi, e con mio fratello stavo costruendo questo tipo di rapporto", rivela l'imprenditore 37enne. "Io sono un positivo, ho questa fortuna di essere un positivo per definizione, però non riesco a superare questo trauma. Queste cose non si superano mai. Sono cicatrici che rimangono per sempre. Ma si cerca di andare avanti, di farne esperienza".