FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Natalia Titova: "Ho rischiato di perdere una gamba"

La ballerina racconta perchè ha dovuto dire prematuramente addio alla danza

L'addio alla danza prima di quando avrebbe voluto, i sacrifici e il dolore sopportato con coraggio per poter continuare a ballare nononstante il suo problema al ginocchio. La ballerina Natalia Titova si confessa e racconta la sua infanzia in Russia ammettendo di aver rischiato di perdere una gamba: "Soffro di un'osteomielite, un problema al ginocchio, da quando sono nata, e ho anche rischiato di perdere la gamba, dice la ballerina, maestra di "Amici".
 


"Mi era stata vietata ogni tipo di attività sportiva. Ma i miei genitori mi hanno fatto fare qualsiasi cosa: pattinaggio, danza, pallavolo", continua la Titova ospite a "Vieni con me", confessando: "Sono stata dal dottore per due volte l’anno per 16 anni: mia mamma mi diceva sempre di non dirgli niente sul fatto che facessi sport e danza di ogni tipo. Ho fatto di tutto grazie a mio padre ed a mia madre".

 

Il problema al ginocchio però non poteva sparire e così Natalia Titova ha dovuto smettere: "Sentivo che meglio di così non potevo fare. E’ come andare via un’ora prima che dieci minuti dopo". Oggi, la Titova non solo fa parte della squadra del talent di Canale5, ma ha anche realizzato un altro suo sogno, ovvero quello di aprire una accademia tutta sua.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali