FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Morgan: "Non mi spaventa dormire su una panchina"

Il cantautore chiede lʼintervento della politica dopo lo sfratto, entro tre giorni deve sgomberare la casa

Morgan: "Non mi spaventa dormire su una panchina"

"In questi giorni la mia casa, che è il centro della mia creatività, sotto assedio, mi è stata tolta, ma non mi interessano le quattro mura. Posso dormire anche su una panchina, ma là dentro c'è la mia vita, il mio lavoro, quello che ho fatto negli ultimi 30 anni: le chiavi ce le ha la polizia ed entro tre giorni devo sgomberare. Chiedo alla politica di intervenire". Morgan, dopo lo sfratto dalla casa di Monza, si è sfogato durante 'Spoleto Arte'.

A sostenerlo è intervenuto il critico d'arte e parlamentare Vittorio Sgarbi: "Il potere si misura attraverso l'arte. L'artista è quello sempre vivo, non quello che e' morto. E mentre è vivo ne è parte integrante, io vedo che Morgan è un bene culturale e lo proteggo perché la sua è una casa d'artista. Il privilegio dell'arte è l'unica cosa che protegge il popolo".

 

Si è svolta anche una performance dello stesso Morgan. Sulle note di "Ciao ciao bambina" e i successi di De André e Sergio Endrigo, l'artista ha regalato momenti di grande emozione.

Morgan sfrattato dalla sua casa di Monza: guarda le foto

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali