FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nadia Toffa e il coraggio di mostrarsi fragile

Da quel 2 dicembre 2017, quando fu colta da malore, Nadia Toffa non ha mai nascosto la malattia che per quasi due anni ha segnato il suo viso, il suo fisico, ma mai ha scalfito il suo sorriso. E a chi lʼaccusava di spettacolarizzare il cancro rispondeva sempre con il suo "never give up", "mai arrendersi". Per questo la conduttrice de "Le Iene" pubblicava sulle sue pagine social le foto sul lettino della chemioterapia, quelle con le parrucche e quelle con i foulard, accompagnando le immagini sempre con parole di spirito, di coraggio. Con quel coraggio di mostrarsi sempre e comunque anche nella fragilità della malattia; con lʼintento di rassicurare sempre chi la seguiva e che notava in lei ogni minimo cambiamento, di caduta o di ripresa. Così condivideva la sofferenza e si sentiva confortata, coccolata, mai sola nella sua lotta. Eʼ stato anche questo il suo modo di essere guerriera

Nadia Toffa e il coraggio di mostrarsi fragile

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Da quel 2 dicembre 2017, quando fu colta da malore, Nadia Toffa non ha mai nascosto la malattia che per quasi due anni ha segnato il suo viso, il suo fisico, ma mai ha scalfito il suo sorriso. E a chi l'accusava di spettacolarizzare il cancro rispondeva sempre con il suo "never give up", "mai arrendersi". Per questo la conduttrice de "Le Iene" pubblicava sulle sue pagine social le foto sul lettino della chemioterapia, quelle con le parrucche e quelle con i foulard, accompagnando le immagini sempre con parole di spirito, di coraggio. Con quel coraggio di mostrarsi sempre e comunque anche nella fragilità della malattia; con l'intento di rassicurare sempre chi la seguiva e che notava in lei ogni minimo cambiamento, di caduta o di ripresa. Così condivideva la sofferenza e si sentiva confortata, coccolata, mai sola nella sua lotta. E' stato anche questo il suo modo di essere guerriera