FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Bill Cosby non arretra e si professa innocente: "Non provo alcun rimorso"

Nella prima intervista dal carcere lʼattore comico accusa anche di essere stato vittima di un processo farsa condotto da “una giuria di impostori”

bill cosby
-afp

Condannato per violenza sessuale aggravata, Bill Cosby è rinchiuso dal 2018 presso la prigione SCI Phoenix di Collegeville, Pennsylvania e continua a professare la sua innocenza. Nella prima intervista rilasciata da quando è detenuto, ha mostrato di non voler arretrare neanche di un passo. "Quando chiederò la libertà vigilata, non mi sentiranno dire che provo rimorso", ha dichiarato a BlackPressUSA.

L'attore protagonista della sit-com “I Robinson” si è anche scagliato contro i giurati, rei di averlo condannato dopo un processo falso. “Una giuria di impostori. Una delle donne che mi ha giudicato prima del processo mi aveva già giudicato colpevole”. Cosby si riferisce a una giurata che luis tesso sostiene di aver sentito dire una frase inequivocabile (“È colpevole, adesso possiamo andare tutti a casa”) ancora prima che fosse emesso il verdetto del suo processo.

 

Cosby è stato condannato a scontare una pena che va dai 3 ai 10 anni di carcere per violenza sessuale ai danni di Andrea Constand per fatti che risalgono al 2004.

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali