FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Lupin III e la pietra della saggezza": 40 anni fa il primo film del ladro gentiluomo

Nel dicembre del 1978 usciva in Giappone il primo film con il personaggio creato da Monkey Punch

"Lupin III e la pietra della saggezza": 40 anni fa il primo film del ladro gentiluomo

Compie 40 anni il debutto cinematografico di Lupin III. "Lupin III - La pietra della saggezza" usciva infatti in Giappone il 16 dicembre del 1978. In Italia la mania per il ladro gentiluomo nato dalla penna di Monkey Punch doveva ancora nascere: la prima stagione della serie televisiva sarebbe arrivata solo nel 1979 e, sulla scia del suo successo, anche la prima edizione del film, arrivato nelle sale italiane con il titolo di "Lupin III".

"Lupin III - La pietra della saggezza" è un film storico dalla vita travagliata. Se in Giappone alla sua uscita incassò più di un miliardo di yen, in Italia arrivò nei cinema italiani per cercare di sfruttare la popolarità del personaggio che si era appena affacciato agli schermi delle tv locali: con una distribuzione a dir poco abbozzata, come usuale in quegli anni con le opere di animazione provenienti dal Sol Levante, e una presenza nella sale durata poco meno della vita di un gatto in tangenziale.

Negli anni seguenti il film ha vissuto una seconda giovinezza ma non meno complicata. Nei primi passaggi televisivi infatti venne tagliuzzato non poco a causa delle numerose scene ritenute poco adatte al pubblico dei più giovani. In particolare i generosi nudi di Fujiko vennero epurati. Una volta approdato al circuito dell'home video, prima in vhs e poi in dvd e blu-ray, i fan hanno dovuto destreggiarsi tra una giungla di edizioni, con ben quattro doppiaggi diversi e interventi di censura più o meno pesanti.

Diretto da Soji Yoshikawa, al suo debutto come regista ma sceneggiatore di serie di grande successo come "Daitarn III", "Cyborg 009", "Gaiking" e "Danguard", il film presenta scene di grande suggestione, come quelle in cui vengono omaggiati grandi artisti come Salvador Dalí, Giorgio De Chirico, Renoir ed Escher, mentre in una sequenza dai tratti onirici, alle spalle del cattivo di turno, il folle Mamoo, appare una riproduzione della "Creazione di Adamo" di Michelangelo.

LA NUOVA SERIE - Ma anniversari a parte Lupin III è sempre attuale. E' iniziata il 15 dicembre infatti, su Italia 1, la messa in onda della nuova serie "Lupin III: ritorno alle origini", tutti i sabati in seconda serata. Nei nuovi episodi, Lupin si trova involontariamente coinvolto in un gioco online che lo vede ricercato da tutti. Questa non è l'unica sfida che Lupin deve affrontare, infatti, si scopre che in rete c’è anche un concorso nel quale bisogna indovinare la data del suo ultimo giorno di vita. La ricca ricompensa attira i killer più spietati che si mettono a caccia del ladro. Per uscire da questa situazione, Lupin non ha altra scelta se non quella di esporsi pubblicamente su internet e attirare tutti i criminali nello stesso posto. Qui, assieme a Goemon, Jigen e Ami, una giovanissima esperta di computer, metterà in atto il suo piano per salvarsi e scoprire chi si cela dietro il pericoloso concorso online. Saranno proprio i "cacciatori" a diventare le nuove "prede" di questa competizione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali