FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Susan Sarandon attacca lʼAcademy: "Per vincere un Oscar servono tanti soldi"

Sfogo dellʼattrice: "Impossibile competere con gli Harvey Weinstein di questo mondo, il merito non conta"

Susan Sarandon attacca l'Academy: "Per vincere un Oscar servono tanti soldi"

Susan Sarandon è stata al Festival di Toronto per presentare "Blackbird", nuovo film da lei interpretato. Alla domanda dei media sulla possibilità di vincere con questo ruolo l'agognata statuetta, l'attrice si è scagliata contro l'Academy. "Impossibile competere con gli Harvey Weinstein di tutto il mondo. Il merito non conta, per vincere un Oscar servono tanti soldi", ha dichiarato senza giri di parole.

L’attrice, che aveva vinto la statuetta nel 1996 come migliore interprete femminile grazie al film "Dead Man Walking", ha parlato della situazione attuale legata agli Oscar e di come sia completamente cambiata negli ultimi decenni.

"Onestamente il cinema è diventato così affaristico - ha dichiarato -. Ai tempi in cui ricevevo cinque nomination, vincendo un Oscar, non c'era bisogno di sborsare tutto questo denaro". Ha poi raccontato come siano organizzate delle vere e proprie campagne di lobbying, che durano fino a sei mesi, per le nomination (tra proiezioni vip ed eventi per accaparrarsi i voti).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali