FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Weekend al cinema: nelle sale spin off per la saga di "Fast & Furious"

Negli Usa il film di David Leitch con Dwayne Johnson e Jason Statham ha già sbancato il botteghino

Weekend al cinema: nelle sale spin off per la saga di "Fast & Furious"

Le major americane mantengono la promessa di calare ogni settimana un potenziale asso da box office e le distribuzioni indipendenti si accodano: il risultato è che questo weekend è riservato ai soli film di genere. Nelle sale arriva infatti lo spin off della saga "Fast & Furious" che negli Usa ha già sbancato il botteghino rastrellando 60,8 milioni di dollari. E poi "Goldstone", "The Quake" e "Bring The Soul".

FAST AND FURIOUS: HOBBS & SHAW - Di David Leitch con Dwayne Johnson, Jason Statham, Vanessa Kirby, Idris Elba, Eddie Marsan, Stephanie Vogt, Eiza González, Helen Mirren, Teresa Mahoney, Cliff Curtis, John Tui. Ormai tutti conoscono il termine "spin off", ovvero storie che partono dal modello originale ma si sviluppano in forma autonoma valorizzando personaggi secondari. E' quanto avviene a casa di Hobbs (Dwayne Johnson) che tra un capitolo e l'altro della saga (si dice in pericolo per dissapori con Vin Diesel) si tiene in allenamento duettando con l'inglese Shaw, in cerca di vendetta dopo che gli hanno ammazzato la sorella (agente segreto inglese) e pronto a unire le forze per contrastare il super criminale Idris Elba. La ricetta è quella di sempre, ma funzionerà ancora. 

 

GOLDSTONE: DOVE I MONDI SI SCONTRANO - Di Ivan Sen con Aaron Pedersen, Alex Russell, Jacki Weaver, David Wenham, David Gulpilil, Pei-Pei Cheng, Michelle Lim Davidson, Tommy Lewis, Max Cullen, Steve Rodgers. Ecco invece un thriller costruito su un impianto collaudato (due poliziotti che si detestano ma dovranno fare fronte comune contro malavita e corruzione), ma sorprendente per il taglio narrativo e la qualità del regista. Sullo sfondo di un'Australia in cui anche la polizia ha i suoi scheletri nell'armadio, il poliziotto Jay (Pedersen) arriva nella cittadina mineraria di Goldstone alla ricerca di una donna scomparsa. Fin da subito finisce nel mirino di un giovane collega locale, Josh che si permette perfino di arrestarlo. Ma alla lunga Josh (Russell) deve accettare che il nuovo venuto sta portando alla scoperto una rete di corruzione ben piu' inquietante e che solo con il suo aiuto potra' individuare i responsabili. Niente di nuovo sotto il sole, ma il talento c'e' e si vede. Complimenti alla distribuzione indipendente che ha portato il film in Italia.

 

THE QUAKE: IL TERREMOTO DEL SECOLO - Di John Andreas Andersen con Kristoffer Joner, Ane Dahl Torp, Hang Tran, Kathrine Thorborg Johansen, Edith Haagenrud-Sande, Stig Amdam, Fredrik Skavlan. In questo caso siamo dalle parti del cinema catastrofico, ma una volta ancora l'interesse sta nella produzione (Norvegia) e nel sottotesto che il regista instilla alla sua storia piena di effetti speciali. Un esperto in terremoti scopre che Oslo rischia di sprofondare a causa di un movimento sismico senza precedenti. Nessuno naturalmente gli crede, primi fra tutti i suoi familiari che ha sempre sacrificato al lavoro. Tra palazzi che crollano e scarichi di responsabilita' del governo, si legge la crisi di identita' di una societa' che troppo ha sacrificato al benessere effimero.

 

BRING THE SOUL: THE MOVIE - Di Jun-Soo Park. Film concerto dedicato al tour europeo di una band coreana diventata icona tra i giovanissimi di tutto il mondo. Con un happening finale a Parigi che ha sorpreso tutti e che il regista filma col piglio del documentarista. Da consumarsi nei pochi giorni di programmazione e solo se si è familiari al pop dei millennial.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali