FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

I 50 anni di Uma Thurman, dalle "Relazioni pericolose" a musa di Tarantino

Lʼattrice è stata uno dei volti simbolo del cinema degli anni 90, protagonista di alcune sequenze entrate nella storia del grande schermo

Tanti auguri a Uma Thurman. L'attrice e modella statunitense compie 50 anni. Diventata celebre sul finire degli anni 80 con "Le relazioni pericolose", accanto a John Malkovic e Glenn Close, negli anni 90 è diventata una stella, soprattutto grazie a Quentin Tarantino che l'ha voluta protagonista in "Pulp Fiction". Con il regista americano, a cui è stata anche legata sentimentalmente, ha poi lavorato nei due volumi di "Kill Bill". 

Uma Thurman compie 50 anni, le foto della sua carriera

 

LEGGI ANCHEJennifer Lopez compie 50 anni: la ragazza del quartiere che ha ingannato il tempo

 

Nata a Boston il 29 aprile del 1970, Uma Karuna Thurman, scopre la passione per la recitazione a 15 anni. Dopo un'adolescenza non semplice, a causa del carattere anticonformista, decide di lasciare gli studi e inseguire il sogno di attrice, mantenendosi come modella e indossatrice. Il debutto è nel 1987, nel film "Laura", un flop piuttosto clamoroso. Ma in fondo le basta attendere un anno per farsi notare dal grande pubblico. "Le relazioni pericolose", di Stephen Frears, la vede accanto a un super cast composto da John Malkovic, Michelle Pfeiffer e Glenn Close. Lei e Keanu Reeves sono invece gli attori giovani alle prime armi, e per entrambi il futuro sarà radioso.

 

Seguono "Le avventure del barone di Munchausen" di Terry Gilliam, in cui è una novella venere botticelliana che esce nuda da una conchiglia, e il sensuale "Henry e June".  Arriva quindi una serie di film di buon successo come "Lo sbirro, il boss e la bionda", "Analisi finale" e "Cow Girl - Il nuovo sesso", mentrein "Robin Hood  - La leggenda" interpreta una Lady Marian inusuale Ma è nel 1994 che la sua carriera svolta. Quentin Tarantino la vuole come protagonista di "Pulp Fiction": il successo è clamoroso e alcune scene da lei interpretate, come quella del twist ballato con John Travolta, entrano di diritto nella storia del cinema.   

 

Sul finire del decennio diventa Poison Ivy, una delle poche cose belle in "Batman & Robin", per poi passare alla fantascienza di "Gattaca - La porta dell'uiniverso", accanto a Ethan Hawke, suo secondo marito (dal 1998 al 2005) da cui ha avuto due figli (dal 1990 al 1992 era stata sposata con Gary Oldman).

 

Uma Thurman, guarda le immagini dai suoi ruoli più importanti al cinema

 

Dopo una parentesi, in apertura di nuovo millennio, nel cinema indipendente, nel 2003 torna a lavorare con Tarantino. E' lei la Beatrix Kiddo/Black Mamba di "Kill Bill volume 1 e 2". Un altro personaggio iconico che rimane nella storia del cinema. Seguono "The Producers - Una gaia commedia neozista" (remake di "Per favore non toccate le vecchiette" di Mel Brooks) e "La mia super ex-ragazza". Negli anni 10 si divide tra film di cassetta e titoli di culto, come "Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo", "Quello che so sull'amore" di Gabiele Muccino, "Nymphomaniac" e "La casa di Jack", entrambi di Lars Von Trier. 

 

Da sempre impegnata per i diritti civili e di quelli della comunità omosessuale, nel 2018 è stata tra le voci più autorevoli tra quelle levatesi contro il produttore Harvey Weinstein affermando pubblicamentedi essere stata molestata, 

 

POTREBBE INTERESSARTI:

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali