FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Record di nomination per Roman Polanski agli Oscar francesi: è bufera

Ancora polemiche in Francia contro il regista ottantaseienne di origini polacche travolto da nuove accuse di stupro

 Polanski

"L'ufficiale e la spia", il film di Roman Polanski sul caso Dreyfus, domina le nomination per i César, i più importanti premi francesi del cinema, segnando un record: è in lizza in 12 categorie, davanti a "Les Misérables" di Ladj Ly e "La Belle epoque" di Nicolas Bedos. Ma le femministe francesi insorgono su Twitter contro questa scelta: "Dodici nomination per il film di Polanski! Dodici come il numero di donne che l'accusano di stupro! Vergogna ai César".

LEGGI ANCHE > Nuovi guai per Roman Polanski: accusato di stupro in Francia 44 anni dopo

 

Ancora polemiche in Francia contro il regista ottantaseienne di origini polacche travolto da nuove accuse di stupro dall'ex modella e fotografa, Valentine Monnier. La decisione dell'Académie des César, di nominare il suo ultimo film già premiato a Venezia con il Leone d'argento, ha scatenato una bufera, tra reazioni indignate e proteste social. "l cinema francese deve evidentemente ancora portare a compimento la sua rivoluzione sulle violenze sessiste e sessuali", deplora in radio la segretaria di Stato alla Parità tra uomo e donna, Marlène Schiappa. Mentre l'associazione “Osez Le Féminisme” lancia l'appello a manifestare davanti alla Salle Pleyel di Parigi, in occasione della cerimonia di premiazione il 28 febbraio.

 

Il presidente dell'Académie, Alain Terzian, ribatte alle polemiche "I César non è un'istanza che deve assumere posizioni morali. Se non sbaglio 1,5 milioni di francesi sono andati a vedere il film. Andate a chiedere a loro".

 

Lo scorso autunno la fotografa francese Valentine Monnier ha dichiarato di essere stata picchiata e violentata da Polanski nel 1975, quando era diciottenne, durante un soggiorno sciistico nello chalet del regista a Gstaad, in Svizzera. Accuse che Polanski ha smentito. 

 

ITALIANI IN NOMINATION - C'è qualche speranza italiana per la premiazione del prossimo 28 febbraio. "Il traditore" di Marco Bellocchio, con Pierfrancesco Favino nei panni di Tommaso Buscetta, è candidato nella categoria miglior film straniero, anche se dovrà vedersela con concorrenti agguerriti come "Joker" e "Parasite". "La famosa invasione degli orsi in Sicilia" di Lorenzo Mattotti rientra invece tra i migliori film d'animazione.

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali