FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Pride Milano, da MYSS KETA a Baby K sul palco "per sostenere l'amore in tutte le forme e colori"

Dopo due anni di assenza torna la parata con l'evento finale all'Arco della Pace

Tgcom24

Il 2 luglio a Milano torna, dopo due anni di assenza a causa della pandemia e del lockdown, la parata del Gay Pride che chiederà "Diritti senza conflitti", come recita il tema scelto in questa edizione che guarda anche al conflitto in Ucraina e al sostegno alle popolazioni colpite dalla guerra.

Sul palco all'Arco della Pace per l'evento finale ci saranno, tra gli altri

Katia Follesa, Michela Giraud, Baby K, Francesca Michielin, Michele Bravi, MYSS KETA.

 



Festa, colore, determinazione e orgoglio di sé stessi torneranno quindi per le strade di Milano con una parata che partirà dalla Stazione Centrale per giungere all'Arco della Pace. Qui si svolgerà l'evento che verrà presentato da due team di conduttori: prima Katia Follesa, Valeria Graci e Pietro Turano, e a seguire Michela Giraud e Pierluca Mariti. Fra gli artisti sono attesi anche

Emma Muscat, Immanuel Casto, le Karma B, Romina Falconi, Debora Villa e le drag di Drag Race Italia

. "Sono onorata di tornare per unirmi ancora una volta al coro di voci che sostengono l`amore in tutte le forme e in tutti colori, grazie Milano Pride", ha dichiarato Baby K.


 


"Al centro di questa edizione del Pride c'è il supporto alle comunità colpite dalla guerra. Inoltre chiediamo sul tema dei diritti un matrimonio egualitario per tutti e riconoscimento delle famiglie arcobaleno. A pochi giorni dal sudicio di Cloe vogliamo accendere un faro sui diritti delle persone transgender", ha spiegato Alice Redaelli, tra gli organizzatori del Milano Pride. Il filo conduttore del manifesto politico del Pride è la frase di Gino Strada, "i diritti degli uomini devono essere di tutti gli uomini, proprio di tutti, sennò chiamateli privilegi".


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali