FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Max Pezzali e Lo Stato Sociale cantano insieme per sostenere i lavoratori dello spettacolo

Il 5 giugno esce il brano “Una canzone come gli 883”, i proventi andranno interamente in beneficenza

Tutto è nato per un gioco tra Max Pezzali e Lodo Guenzi, ma il risultato è stato tanto sorprendente da spingere i due protagonisti a coinvolgere - oltre agli altri membri de Lo Stato Sociale - un inedito super team di amici-artisti. E' nata così “Una canzone come gli 883”, brano che riporta al giorno d’oggi il mondo descritto ai tempi degli 883. Un'iniziativa solidale in favore dei tantissimi lavoratori del mondo dello spettacolo messi in ginocchio dal coronavirus. I proventi andranno infatti interamente in beneficenza.

LEGGI ANCHE >

Cinquanta artisti cantano insieme "Ma il cielo è sempre più blu" per la Croce Rossa Italiana

 

Un vero e proprio inno multigenerazionale che condensa in una sola canzone tutto l’immaginario che ha reso celebre il songwriting di Pezzali: slogan, personaggi e luoghi tratti dai cavalli di battaglia degli 883 trovano nuova vita in questo pezzo. E sono tantissimi gli artisti coinvolti nella Dpcm Squad, la superband nata durante la quarantena: Cimini, Eugenio in Via Di Gioia, Fast Animals and Slow Kids, Marco Giallini, J-Ax, Jake la Furia, Emis Killa, La Pina, Pierluigi Pardo, Pinguini Tattici Nucleari, Nicola Savino con la produzione di Boss Doms.

 

Il progetto supporta l'iniziativa di Spotify "Covid-19 Sosteniamo la musica", un fondo lanciato in tutto il mondo per individuare soluzioni a sostegno di artisti, musicisti, autori, tecnici, di coloro del settore che sono stati maggiormente colpiti dagli effetti della pandemia. In Italia il fondo arriva grazie a Music Innovation Hub ed è promosso da Fimi.

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali