FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lucio Dalla, da Sanremo a Berlino: Pietro Marcello porta il suo docufilm "Per Lucio" alla Berlinale 

Sul palco dell'Ariston l'artista bolognese viene ricordato stasera nell'anniversario della sua nascita, il 4 marzo del 1943

Dal Festival ligure a quello tedesco. Mentre stasera a Sanremo Lucio Dalla sarà ricordato nell'anniversario della sua nascita, il 4 marzo 1943, titolo anche del brano presentato proprio all'Ariston nel 1971, alla 71esima Berlinale, il Festival Internazionale del Cinema di Berlino, è andato in scena "Per Lucio" di Pietro Marcello.  Non solo un biopic, autentico ed evocativo, dedicato all'artista bolognese, scomparso il 1 marzo 2012, ma  soprattutto una delle più belle storie d'Italia per immagini degli ultimi settant'anni.

Lucio Dalla ricordato da Sanremo a Berlino

 

"Volevo raccontare Lucio Dalla", spiega Marcello, regista di "Martin Eden": "Non attraverso la voce dei suoi colleghi, ma solo attraverso quella di due suoi amici, delle sue canzoni e con la trasformazione del Paese che lui ha puntualmente raccontato". A parlare in "Per Lucio" sono infatti solo due suoi amici, il fidato e spontaneo manager, Tobia ( Umberto Righi), e il suo amico d'infanzia, il filosofo Stefano Bonaga. 

 

Frutto della passione del regista per Lucio Dalla ("conosco fin da piccolo tutte le sue canzoni a memoria") e degli archivi ("mi sento a volte piu' un archivista che un regista"), Marcello combina questi suoi due amori tirando fuori sequenze straordinarie dell'Italia contadina, (bellissime quelle di Bologna) che diventa lentamente industriale cambiando attitudini e facce agli italiani e tradendo la loro vera cultura. Più straordinarie di tutte le immagini dell'Italia in stazione nel primo dopoguerra, tra valige legate dallo spago e cartoni, e quelle delle Mille Miglia del '43 con l'italianissimo Nuvolari, il volto pieno di fumo. "Questo film non è il ritratto puntuale di un famoso cantante e nemmeno la sua celebrazione", dice il regista. "Quello che volevo era fare un'evocazione attraverso la voce di qualcuno che lo ha conosciuto dapprima come uomo, amico, e poi artista al servizio della poesia".

 

Prodotto da IBC Movie con Rai Cinema in collaborazione con Avventurosa e con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, il film dedica poi molto spazio a Roberto Roversi, l'intellettuale bolognese grande amico del cantante, suo mentore e autore di molti suoi testi. Bellissimo il pranzo-conversazione, pieno di aneddoti e ricordi, tra il manager Tobia e il filosofo Bonaga. Ci sono poi le immagini di Lucio Dalla, ospite allo Zecchino d'oro insieme alla madre simpatica e spigliata, e, infine, Dalla che in un serioso dibattito tv, tra molti autorevoli ospiti (compreso Alberto Arbasino), chiede a Bettino Craxi il perché degli euro missili.

 

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali