FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Keira Knightley dice basta al nudo sul set: "Solo con una regista donna"

Lʼattrice in unʼintervista realizzata per un podcast ha spiegato di non sentirsi più a proprio agio dopo essere diventata madre

Durante una conversazione per la serie podcast "Chanel Connects",, l'attrice inglese Keira Knightley ha rivelato di non sentirsi a proprio agio sotto gli sguardi maschili durante le riprese di scene di nudo o sesso.. La Knightley ha detto di aver aggiunto ai suoi contratti una clausola: niente scene di nudo dopo essere diventata madre.

Keira Knightley dice basta al nudo sul set

 

 

 

 

L'attrice ha spiegato di averlo fatto anche per vanità. "E' lo sguardo maschile - ha detto -. Se si tratta di una trama in cui si parla di maternità e di accettazione del proprio corpo, mi dispiace, ma deve essere con una regista donna. Non ho un divieto assoluto, ma nel caso degli uomini sì".

 

La Knightley ha anche detto di non volersi ritrovare in terribili scene di sesso dove sono tutti oliati per apparire sudati e dove tutti gemono. "Non sono interessata - continua -. Mi sento a disagio ora sotto lo sguardo maschile". L'attrice ha sottolineato che anche se una scena di sesso ci sta bene in un film, non si potrà contare su di lei perché dopo due figli non si sente di posare nuda davanti a un gruppo di uomini.

 

 

POTREBBE INTERESSARTI:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali