FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Katy Perry dovrà sborsare 2,8 milioni di dollari per il plagio di "Dark Horse"

Dopo che un tribunale di Los Angeles ha stabilito che il brano è simile a "Joyful Noise" di Marcus Gray

Katy Perry dovrà sborsare 2,8 milioni di dollari per il plagio di "Dark Horse"

E' stato il singolo più venduto del 2014, ha generato introiti per 40 milioni di dollari, ma era un plagio. Così per Katy Perry e il suo entourage è arrivata la maxi-multa. Dovranno sborsare 2,8 milioni di dollari al rapper Marcus Gray per il plagio della canzone "Dark Horse". Un tribunale di Los Angeles ha infatti riconosciuto che il brano è simile a "Joyful Noise" scritto nel 2009.

La canzone è stata uno dei maggiori successi della cantante, per quattro settimane in vetta alla classifica Billboard Hot 100.

 

Per il plagio i legali di Gray avevano chiesto un risarcimento da 20 milioni di dollari. In realtà dei quasi tre milioni Katy sborserà di tasca propria ben poco, solo 500 mila dollari. Il grosso sarà a carico della casa discografica Capitol Records, il resto sarà pagato dagli autori. I legali della Perry hanno tuttavia annunciato che ricorreranno in appello.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali