RABBIA PER "L'ARIA STA FINENDO"

Il sindacato di polizia contro Gianna Nannini: "Video oltraggioso, si deve scusare"

Il Fsp ha attaccato duramente la clip a cartoni animati de "L'aria sta finendo", in cui, in alcune sequenze, si vedono dei poliziotti con facce da maiali picchiare gente di colore

14 Gen 2021 - 14:58
 © Da video

© Da video

Il sindacato di polizia Fsp si scaglia contro Gianna Nannini per il suo ultimo video, "L'aria sta finendo". Nella clip, uscita il 14 dicembre e realizzata a cartoni animati, si vedono in alcune sequenze degli agenti di polizia con facce da maiali picchiare persone di colore inermi. "E' un grave oltraggio alla dignità e al sacrificio di migliaia di donne e uomini - tuona il segretario del Fdp Valter Mazzetti -, la Nannini ritrovi lucidità e si scusi". 

Gianna Nannini, i mali del mondo nel video "L'aria sta finendo"

1 di 47
© Da video © Da video © Da video © Da video

© Da video

© Da video

Le sequenze sono un chiaro riferimento ai fatti che hanno scatenato le proteste del movimento Black Lives Matter negli Stati Uniti, ma Mazzetti vede un collegamento anche con gli agenti di casa nostra. "Riteniamo questa trovata davvero vergognosa per più motivi - dice -, perché gli agenti che si accaniscono su presunte vittime inermi sono disegnati con un'uniforme che richiama con chiarezza quella della polizia italiana e soprattutto perché sono raffigurati con facce di maiali. E' un grave oltraggio che calpesta la dignità di migliaia e migliaia di donne e uomini che servono lo Stato e i cittadini con onestà e con coraggio".

Mazzetti parla di "provocazione becera e squallida" e invita la cantautrice "scusarsi con centinaia di migliaia di persone che si guadagnano quattro spiccioli onestamente rischiando la vita ogni giorno per la sicurezza sua e di tutti. Non ha certo bisogno di questi mezzi  - conclude - per avere l'attenzione mediatica che si è guadagnata proprio perché una cantante di successo, che nei suoi innumerevoli concerti ha beneficiato parecchio del lavoro di quei 'maiali'". 

POTREBBE INTERESSARTI:

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri