FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Giulio Berruti si vaccina, esplode la polemica sui social

L'attore è stato sommerso dalle critiche dopo aver postato la foto su Instagram, ma lui si difende: "Ne ho diritto, sono un dentista"

Instagram

Una foto che lo immortala mentre si vaccina e un appello: "Fatelo senza paura". E' bastato uno scatto di Giulio Berruti per innescare la polemica. "Prima dose fatta" scrive infatti l'attore su Instagram mentre viene vaccinato con Astrazeneca a Roma. Ma Berruti, fidanzato di Maria Elena Boschi, ha 36 anni e viene preso di mira per aver preceduto anziani e fragili che non sono stati ancora vaccinati. Alle numerose critiche risponde: "Sono un dentista, ne ho diritto".

 

 

Berruti aveva già spiegato nei mesi scorsi di esercitare ancora come dentista, una circostanza ribadita in risposta alle accuse: "Ho studiato come dentista per 11 anni e preso una specializzazione in estetica del sorriso e ortodonzia. Mentre giro i film, lavoro ancora come dentista per rimanere informato su come le tecniche stanno evolvendo".

 

L'attore si difende spiegando di aver seguito le indicazioni dell'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Roma: "Mi sono registrato a gennaio per poter lavorare in sicurezza, mia e delle persone intorno a me. Sarò per questo arso vivo su piazza? Speriamo di no".

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali