FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

John Belushi avrebbe 70 anni, vita breve di un comico cult

Una manciata di film, battute epocali e personaggi entrati nellʼiimaginario collettivo, come Bluto di "Animal House", Jake dei "Blues Brothers" e il Capitano Wild Bill Kelso di "1941: Allarme a Hollywood". Personaggi, folli, esagerati e fuori dalle regole. John Belushi era nato il 4 gennaio 1949 e oggi avrebbe compiuto 70 anni.. Eʼ stato come una meteora nel mondo televisivo e cinematografico nella metà degli anni 70, uno dei maggiori talenti della comicità americana, con la sua vena geniale, anarchica e beffarda. Nella sua breve vita girò in tutto otto film e la sua morte non gli permise di partecipare a pellicole che avrebbero fatto la storia del cinema. Era stato scelto da Sergio Leone per il ruolo di Max Bercovicz (andato poi a James Woods) in "Cʼera una volta in America". Per non parlare di "Ghostbusters": la parte di Peter Venkman era stata scritta per lui (al suo posto arrivò Bill Murray). E anche in "Spie come noi" avrebbe dovuto affiancare lʼamico Dan Aykroyd (la parte venne affidata poi a Chevy Chase). Se ne andò il 5 marzo 1982, in un bungalow dello Chateau Marmont di Los Angeles, ucciso da un micidiale cocktail di cocaina ed eroina, a soli 33 anni.

John Belushi avrebbe 70 anni, vita breve di un comico cult

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Una manciata di film, battute epocali e personaggi entrati nell'iimaginario collettivo, come Bluto di "Animal House", Jake dei "Blues Brothers" e il Capitano Wild Bill Kelso di "1941: Allarme a Hollywood". Personaggi, folli, esagerati e fuori dalle regole. John Belushi era nato il 4 gennaio 1949 e oggi avrebbe compiuto 70 anni.. E' stato come una meteora nel mondo televisivo e cinematografico nella metà degli anni 70, uno dei maggiori talenti della comicità americana, con la sua vena geniale, anarchica e beffarda. Nella sua breve vita girò in tutto otto film e la sua morte non gli permise di partecipare a pellicole che avrebbero fatto la storia del cinema. Era stato scelto da Sergio Leone per il ruolo di Max Bercovicz (andato poi a James Woods) in "C'era una volta in America". Per non parlare di "Ghostbusters": la parte di Peter Venkman era stata scritta per lui (al suo posto arrivò Bill Murray). E anche in "Spie come noi" avrebbe dovuto affiancare l'amico Dan Aykroyd (la parte venne affidata poi a Chevy Chase). Se ne andò il 5 marzo 1982, in un bungalow dello Chateau Marmont di Los Angeles, ucciso da un micidiale cocktail di cocaina ed eroina, a soli 33 anni.