FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Festival di Villa Arconati in "limited edition", da Fresu a Teardo/Germano

Dal 21 agosto una programmazione tra musica e spettacoli con le limitazioni e nel rispetto delle normative anti Covid-19

In un anno particolare e incerto, il Festival di Villa Arconati-FAR si presenta con una "limited edition". Un’edizione unica nella sua storia (che ha passato i trent'anni) ma che sarà simbolo di resistenza e focalizzata all'importanza sociale della cultura. Pur con le limitazioni e nel rispetto delle normative anti Covid-19, offrirà una programmazione al via dal 21 agosto con nomi come Paolo FresuPacifico, e la coppia Elio Germano e Teho Teardo.

Per l'edizione 2020, anche il periodo è inusuale per il Festival, da sempre programmato tra giugno e luglio e posticipato quest’anno dopo la metà di agosto, a causa delle problematiche legate alla ripartenza delle attività di cultura e spettacolo. Gli appuntamenti verranno realizzati con un allestimento minimal e usufruendo della luce naturale del crepuscolo (inizio spettacoli ore 19) e si svolgeranno come sempre nella straordinaria cornice di Villa Arconati FAR.

 

 

Si parte il 21 agosto con Paolo Fresu Trio che propone l'avventura teatrale del progetto "Tempo di Chet - La versione di Chet baker". Si prosegue il 22 agosto con la pianista Sabrina Lanzi con musiche di Schubert, Liszt, e un tributo a Ennio Morricone. Il 28 agosto è la volta di Elio Germano e Teho Teardo che portano in scena “Viaggio al termine della notte” di Céline in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi. Il 30 agosto Massimiliano Finazzer Flory porta sul palco "Verdi legge Verdi", serata per ascoltare al pianoforte le più belle musiche del compositore, raccontate con i suoi pensieri e le sue parole autentiche.

 

Si continua il 3 settembre con "La ballata di John & Yoko", uno spettacolo di Ezio Guaitamacchi fatto di racconti, suoni e visioni, che narra l’intera vicenda Lennon-Ono, dalle origini al tragico finale. Con la partecipazione di Andrea Mirò e Omar Pedrini. Il 4 settembre tocca a Pacifico e Stefano Bartezzaghi sul palco insieme in "Vedi alla voce". Si chiude il 5 settembre con Antonio Faraò Trio, guidato dal pianista punta di diamante del panorama jazz internazionale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali