FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Biagio Antonacci papà per la terza volta: "È nato Carlo"

Il cantante l'ha annunciato con un post social e una foto di un ulivo appena piantato con un fiocco azzurro

"Che ci sia un nuovo albero per ogni nuova vita. È nato Carlo, mio figlio". Biagio Antonacci ha annunciato su Instagram la nascita del suo terzo figlio, primo avuto con la compagna Paola Cardinale. A corredo del messaggio il cantante ha condiviso la foto di un ulivo al quale è appeso un fiocco azzurro.

La coppia è insieme dal 2004, e durante tutti questi anni ha tenuto la loro relazione riservatissima e lontano dai riflettori. Anche di questa gravidanza sono stati attenti a non lasciare trapela nessuna indiscrezione, tanto da non aver voluto annunciare l'attesa del figlio. Biagio Antonacci è già papà di Paolo, 26 anni, e Giovanni, 20, nati dalla precedente relazione con Marianna Morandi, figlia di Gianni con cui è stato dal 1993 al 2002.



E proprio dall'ex suocero arrivano gli auguri per il nascituro. "Benvenuto in questo mondo Carlo! Viva la mamma!", scrive Gianni Morandi. Tanti commenti al post da amici e colleghi del cantautore, da quelli di Jovannotti, passando per Rudy Zerby, Carlo Conti e Laura Torrisi.



TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali