FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Albanese torna al cinema con "Cetto cʼè, senzadubbiamente", ecco la prima clip

Dal 21 novembre il terzo film con protagonista il politico corrotto e scorretto

"Cetto c'è, senzadubbiamente" segna il ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, il politico calabrese corrotto e scorretto creato e interpretato da Antonio Albanese, già protagonista di due film, "Qualunquemente" (2011) e "Tutto tutto niente niente" (2012). Mentre è atteso al cinema il 21 novembre, arriva la prima anticipazione con una clip che gioca con l'uscita de "Il Re Leone": proprio come Mufasa con Simba, Cetto mostra al suo "cucciolo" quello che un giorno sarà suo.

Nel primo film abbiamo assistito alla scalata di Cetto fino al successo politico. Nel secondo invece lo abbiamo visto precipitare: lui e la sua giunta sono stati arrestati e incarcerati, dopo le truffe messe in atto. In galera ha fatto fa la conoscenza di Frengo e Rodolfo con i quali collabora per riacquistare la libertà. Cosa succederà nel nuovo film?

Per ora non si sa nulla di certo della trama ma dalla clip pubblicata Cetto cercherà in tutti i modi di formare suo figlio Melo per farlo diventare suo degno erede. Nel video intitolato "Tutto questo un giorno sarà tuo" Cetto fa vedere al figlio Melo quello che sarà il suo lascito. Mentre Melo guarda la natura il padre lo invita a volgere lo sguardo alle ragazze che lo stanno aspettando perché "più natura del pilu non c'e niente".

Il personaggio di Cetto è apparso per la prima volta sul piccolo schermo nel 2003 nella trasmissione "Non c'è problema", per poi essere lanciato definitamente grazie a "Mai dire Domenica" e "Mai dire Lunedì" su Italia Uno condotti dalla Gialappa's band. Nel 2007 Fabio Fazio lo chiama come ospite fisso in "Che tempo che fa".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE