FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Rischio collisione per i satelliti lanciati da Elon Musk: Cina furiosa con gli Usa

Sotto accusa quelli lanciati dalla rete Starlink che in due occasioni avrebbero costretto la Stazione spaziale cinese a praticare manovre di emergenza per evitare l'impatto 

Nasa

Cina e Stati Uniti in rotta di collisione. Il governo di Pechino rende noto che per ben due volte la propria stazione spaziale sia stata costretta a spostarsi per evitare di scontrarsi con i satelliti lanciati dalla rete Starlink del magnate Elon Musk, una condotta segnalata all'Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio esterno.

Stavolta non si tratta di economia o di politiche ambientali ma i motivi di discussione tra i due colossi mondiali arrivano da molto lontano, aldilà della superficie terrestre. Due "incontri ravvicinati" tra la stazione spaziale Tiangong e i satelliti della società Starlink del miliardario americano fondatore della Tesla avrebbero spinto la Cina a segnalare  all'Onu come "irresponsabile e pericoloso" il comportamento americano nello Spazio.

Tiangong 1, stazione spaziale cinese
ansa

 

I due episodi si sarebbero svolti a luglio e a ottobre di quest'anno e avrebbero messo in pericolo la vita o la salute degli astronauti a bordo della Stazione spaziale cinese. Da Pechino l'accusa agli Usa d'ignorare i loro obblighi ai sensi dei trattati internazionali. Pur essendo la Starlink una divisione di una società privata, la SpaceX, e dunque non governativa, la responsabilità delle sue azioni ricadrebbe sul governo americano, firmatario del Trattato sullo spazio extra-atmosferico ('Outer Space Treaty').

 

elon musk tesla umanoide
Ansa

Nel mirino delle critiche Elon Musk. Il magnate americano che gestisce la costellazione di quasi 2.000 satelliti spaziali sotto accusa, nati con lo scopo di fornire l'accesso a Internet a livello globale, non ha al momento rilasciato dichiarazioni ma nel frattempo è diventato preda dell'ironia del web. Sulla piattaforma cinese Weibo un hashtag sull'argomento ha collezionato oggi 90 milioni di visualizzazioni. Tra gli utenti c'è chi propone come gesto patriottico quello di boicottare Tesla, l'azienda di Musk specializzata nella produzione di auto elettriche che solo in Cina vende decine di migliaia di auto ogni mese.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali