FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Vaccini, ok dalla commissione Senato: 10 obbligatori, 4 consigliati

Sanzioni più basse per i genitori che non vaccinano e niente riferimento alla perdita della patria potestà. Il Veneto fa ricorso e la Valle dʼAosta dà parere contrario

Vaccini, ok dalla commissione Senato: 10 obbligatori, 4 consigliati

Via libera alle dieci vaccinazioni obbligatorie e a quattro "consigliate attivamente", sanzioni più basse per i genitori che non vaccinano e niente riferimento alla perdita della patria potestà. Sono questi i principali emendamenti approvati dalla Commissione Sanità del Senato al decreto vaccini.

Ricorso del Veneto e parere contrario della Valle d'Aosta - Due Regioni prendono le distanze dal decreto: si tratta del Veneto, che intende presentare ricorso alla Consulta, e della Valle D'Aosta, che esprime parere contrario. A favore le altre Regioni.

Le modifiche passate - Il testo 2 della relatrice Patrizia Manassero (Pd) riduce le vaccinazioni obbligatorie da 12 a 10. A queste, poi, se ne aggiungono altre 4 "consigliate" attivamente dalle Asl con l'obiettivo di rafforzare la raccomandazione già contenuta nel Nuovo Piano di Prevenzione Vaccinale, anche se non collegate ad una sanzione: anti-meningococco B e C, anti-pneumococco e anti-rotavirus.

Importanti modifiche riguardano le multe ai genitori che non vaccinano: il tetto massimo scende da 7.500 a 3.500 euro, il minimo è fissato 500 euro e l'entità varia in base al numero di vaccinazioni omesse. Inoltre, viene tolto dal testo il possibile ricorso al Tribunale dei Minori in caso di reiterata mancanza di risposta dei genitori alle sollecitazioni delle Asl.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali