FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, mascherine FFP2 sempre nei luoghi chiusi? Dibattito tra gli scienziati 

In Europa e in Italia si discute se abbandonare quella chirurgica in negozi, bar e uffici, ma cʼè chi ricorda la difficoltà a reperire le FFP2, che andrebbero "dedicate" agli ospedali e ai sanitari

gelateria amsterdam mascherine
IPA

Mascherine, per quanto tempo e soprattutto quali. E' Andrea Crisanti a fare il punto, prevedendo che le "porteremo ancora per due anni". Da giorni poi in Europa i governi hanno cominciato a rendere obbligatorio l’uso delle FFP2. Il dibattito è internazionale e parte dalle decisioni di Germania e Austria, con la Francia in coda. Si pensa di imporre l’obbligo della FFP2 al chiuso, perché più filtrante. Ma c'è chi non è d'accordo.

L'uso della FFP2 dovrebbe valere per negozi e bus, visite negli ospedali e anche viaggi in auto, se si hanno accanto persone non conviventi. in Italia il dibattito è ancora agli inizi, con lo stesso Crisanti propenso a sostenere questa opzione, ritenendo le mascherine chirurgiche non sufficienti. C'è chi però, come Fabrizio Pregliasco, ritiene non indispensabile l'abbandono della mascherina più comunemente usata, soprattutto dopo la fatica e l'attesa che gli italiani hanno dovuto sopportare per averla a prezzo "stracciato" e in quantità accettabili.

 

Sicuramente le FFP2 hanno una capacità filtrante maggiore e questo è noto – afferma Agostino Miozzo, coordinatore del comitato tecnico scientifico –. Ma attenzione, c’è un problema di forniture, hanno
un costo maggiore e in questo momento chi sta in ospedale rappresenta la priorità assoluta. Andare a fare la spesa al grande centro commerciale invece non lo è.  Se le FFP2 sono disponibili per tutti, ben venga. Ma in un momento di penuria, la precedenza va agli ospedali".

 

La discussione non si ferma. Dagli Stati Uniti Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale per lo studio delle malattie infettive (Niaid), rilancia l’idea della super-copertura, in tempi di varianti che stanno mettendo a dura prova il mondo. «Se hai una protezione fisica con uno strato e ne metti un altro, il buonsenso ci dice che la protezione sarà più efficace".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali