FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Vertice del centrodestra, Meloni: "L'unità va costruita nei fatti" | FI: "Berlusconi sorpreso da parole Fdi"

"Uniti ovunque per le amministrative", aveva detto il leader di Forza Italia sottolineando che "solo un pazzo romperebbe la coalizione". Prudenza da Fdi: "Fumose regole di ingaggio su liste e programmi"

"Abbiamo parlato di come sono andate le scelte dei candidati per le prossime elezioni amministrative.

Per le città più importanti abbiamo trovato l'accordo per 21 città, su cinque l'accordo non è stato trovato per pure contrapposizioni locali, persona contro persona, ma siamo sicuri che negli eventuali ballottaggi troveremo l'accordo". Così il leader di Forza Italia, Silvio

Berlusconi

, al termine del

vertice di centrodestra

ad Arcore con Giorgia

Meloni

e Matteo

Salvini

. Secondo il leader di Forza Italia la coalizione è più salda che mai: "Solo un pazzo potrebbe pensare di romperla". Più prudente la Meloni: "L'unità va costruita nei fatti, fumose regole di ingaggio su liste e programmi". A queste parole Berlusconi ha reagito "con sorpresa e irritazione". È quanto trapela da Forza Italia.


Silvio Berlusconi, incontrando i giornalisti al termine dell'incontro con Meloni e Salvini, si è detto fiducioso sul futuro del centrodestra: "Siamo uniti, assolutamente. Finalmente siamo riusciti a incontrarci, da mesi non riuscivamo per gli impegni di tutti, abbiamo convenuto di rivederci presto". "Per me il centrodestra funziona così com'è - ha aggiunto Berlusconi -. Abbiamo un programma unico firmato da tutti nel 2018, adesso lo aggiorneremo e la coalizione va avanti spedita".


 


Fdi: "L'unità va costruita nei fatti, fumose regole di ingaggio su liste e programmi"

- "È sicuramente positivo essersi incontrati ma l'unità della coalizione non basta declamarla. Occorre costruirla nei fatti. Su 26 città capoluogo sono solo 5, ma purtroppo importanti, le città in cui il centrodestra andrà diviso al primo turno ma restano ancora diversi nodi aperti. A partire dalla non ancora ufficializzata ricandidatura del presidente uscente Nello Musumeci in Sicilia, su cui la personale dichiarata disponibilità di Silvio Berlusconi si è fermata di fronte alla richiesta di Matteo Salvini di ritardare l'annuncio del candidato". Così una nota di FdI, diffusa al termine del vertice dei leader. "Se è positiva la comune contrarietà ad una futura legge proporzionale per le elezioni politiche, restano ancora fumose le regole d'ingaggio sulle modalità con cui formare liste e programmi comuni. Fratelli d'Italia, nel confermare la sua indisponibilità a qualsiasi futura alleanza con il Partito democratico e/o Cinquestelle, confida nella stessa chiarezza da parte degli alleati, convinta che occorra essere uniti non solo nella forma ma anche nelle scelte, nei progetti e nei programmi".

 



Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali